MUSEI CHIUSI IL 1° MAGGIO: PRASSI DI SINISTRA

“La scomparsa della sinistra dall’orizzonte culturale del Paese lascia un ulteriore e pesante segno: il primo maggio i musei resteranno chiusi, e non per colpa dei lavoratori. Non solo non hanno saputo governare, ma dimostrano addirittura un ufficiale scarso senso di promozione dell’immagine e dei beni culturali italiani agli occhi dei turisti. Il patrimonio artistico italiano rappresenta senza dubbio la nostra più grande ricchezza. Ma purtroppo tale straordinaria condizione, che rende unico e invidiato il nostro Paese in tutto il mondo, con la sinistra al Governo non si è tramutato sempre in beneficio. E’ assurdo che i dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali hanno chiesto che i musei restassero aperti in occasione della festività di domani, mentre il dicastero non si sia impegnato a trovare i fondi necessari alla relativa copertura economica. Per fortuna, questo manifesto identitario-culturale della sinistra, di radicale distanza da tutto ciò che è vanto nazionale, è già stato bocciato alle urne su tutti i fronti”.

Lascia un commento