CORONAVIRUS. FITNESS A CASA, BASTA RESTARE CONNESSI: PAROLA D’ISTRUTTORE

Roma – Il Coronavirus fa paura, ma non ferma gli
sportivi e appassionati di fitness. A testimoniarlo i moltissimi
profili Instagram e Facebook delle palestre, dei singoli personal
trainer e allenatori che mantengono un collegamento diretto con i
propri allievi grazie a sessioni di allenamento virtuali in
questo periodo di chiusura imposta a palestre, piscine e centri
sportivi.
Avanti quindi con allenamenti in casa oppure all’aria aperta,
mantenendo un metro di distanza tra le persone, meglio se muniti
di mascherina e guanti. “L’allenamento all’aria aperta e’ gia’
una tendenza del momento, a prescindere dall’emergenza Covid-19-
dice Krisztina Gyokossy, istruttrice certificata della
Federazione italiana Fitness, di Strong by Zumba e Zumba,
intervistata dall’agenzia di stampa Dire – E’ la nuova frontiera
del fitness soprattutto se associato all’attivita’ della
palestra. L’imperativo in questo momento e’ non scoraggiarsi
perche’ anche da soli a casa si possono eseguire efficaci
circular training ossia creando delle postazioni ed eseguendo
degli esercizi multipli da ripetere in piu’ serie. Oppure e’
possibile optare degli allenamenti Hit che sta per ‘hight
intensity training’ esercizi ad alta intensita’ senza pausa”.
“Si possono eseguire inoltre – prosegue l’istruttrice – delle
schede per la tonificazione per cui non c’e’ la necessita’ di
avere nessun tipo di attrezzi. In piu’ questo tipo di allenamento
puo’ essere associato ad un giorno di cardio il che significa,
con le dovute limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19:
andare a correre, fare una passeggiata a passo sostenuto,
praticare yoga (scaricabile anche su youtube). Questo e’ un
allenamento efficace e facilmente eseguibile sia dagli esperti
che dai non esperti. Tutte strategie che possono essere messe in
campo fin quando le palestre non saranno nuovamente
aperte”. E chi ama la sala pesi piu’ che le lezioni
in gruppo come puo’ continuare a tonificarsi anche in assenza di
macchine e pesi? “E’ possibile farlo, non serve quasi nulla-
prosegue Gyokossy- basta una banda elastica e si possono
eseguire gli esercizi di base come squat, plank e push up per
incrementare la resistenza anche se non si hanno i pesetti a
casa. Si possono utilizzare anche le famose bottiglie d’acqua,
l’unico svantaggio in questo senso, e’ che danno meno equilibrio
alla biomeccanica dell’esercizio. In ogni caso la persona
allenata le puo’ usare”.
Vita dura in tempo di Coronavirus per chi non ha applicazioni
sul cellulare o profili social insomma? “Per coloro che ne sono
sprovvisti o sono in la’ con l’eta’- risponde l’esperta – possono
eseguire esercizi di base graduali che vanno ripetuti piu’ volte
e in piu’ riprese. E’ utile anche associarvi degli esercizi di
respirazione come mettersi seduti, girare la testa su e giu’. Le
persone mature devono evitare esercizi eccessivi o che possono
provocare affanno. Prima di cominciare e’ necessario fare
riscaldamento, questo vale per tutti”.
“E’ importante in un momento come quello che stiamo vivendo
mantenersi in contatto con gli altri anche se da lontano e i
social in questo sono davvero molto utili. Mi arrivano molti
messaggi di ringraziamento per i video delle lezioni registrate
che invio nelle chat delle classi che allenano. Per molti di loro
rappresentano un momento di serenita’ e normalita’. E’ bene non
sentirsi scollegati anche se per la salute nostra e degli altri
e’ necessario stravolgere le nostre abitudini e restare a casa.
Con tanta carica”, conclude Gyokossy.

Lascia un commento