SANITÀ. SI APRE A ROMA PROCESSO AD ADRIANO PANZIRONI, INVENTORE ‘LIFE 120’ ORDINE MEDICI DELLA CAPITALE PARTE CIVILE: ORA ASPETTIAMO DIBATTITO

SANITÀ. SI APRE A ROMA PROCESSO AD ADRIANO PANZIRONI, INVENTORE ‘LIFE 120′
ORDINE MEDICI DELLA CAPITALE PARTE CIVILE: ORA ASPETTIAMO DIBATTITO

Roma, 3 mar. – Si e’ aperto oggi a Roma il processo a
carico di Adriano Panzironi, il ‘guru’ dello stile di vita ‘Life
120′, un regime alimentare che promette di vivere fino a 120 anni
grazie anche all’assunzione di integratori venduti da una sua
stessa societa’. Panzironi non e’ un medico ma un giornalista. Il
primo a costituirsi parte civile nel processo, dopo aver
denunciato Panzironi per esercizio abusivo della professione, e’
stato il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.
“Abbiamo da poco finito- racconta Magi all’agenzia Dire- ma oggi
non si e’ detto molto. La prima udienza vera e propria, con il
dibattito, ci sara’ il 31 marzo alle ore 15 nell’aula 13 del
Tribunale a piazzale Clodio. E sara’ aperta, a differenza di
oggi. I giudici non avevano ancora a disposizione tutta la
documentazione, e la definizione dell’accettazione di tutte le
parti civili ci sara’ appunto il 31 marzo”.
Al fianco dell’Omceo Roma, contro Panzironi, dovrebbero
esserci l’Ordine dei medici di Milano, l’Ordine dei Medici di
Venezia, l’Ordine dei medici di Napoli, l’Ordine nazionale dei
Biologi, l’Ordine dei Giornalisti del Lazio, ma anche
l’Associazione nazionale dei panificatori e pasticceri.
Panzironi oggi era in aula. Racconta ancora Magi alla Dire:
“Si e’ presentato con i suoi adepti che gli davano supporto,
hanno fatto anche una diretta su Facebook. Panzironi vuole
spettacolarizzare tutto, forse non ha ancora capito che e’ a
processo… “. Ma sembrava preoccupato? “Non troppo… Ma vediamo
come evolve il dibattito- risponde il presidente dei medici
capitolini- il 31 marzo ci faremo meglio un’idea”.
L’ultima trovata del ‘guru’ di ‘Life 120’, intanto, esposta
nel corso del programma televisivo ‘Non e’ l’arena’ in onda su
La7, e’ stata la sua ‘ricetta’ per ‘salvarsi’ dal Coronavirus,
dichiarando che per far fronte al virus lo Stato dovrebbe
regalare integratori di vitamina C e D. La tesi e’ totalmente
priva di basi scientifiche. “Un commento su questo? Preferisco
non farlo in questa fase…”, ha risposto infine Magi.

Lascia un commento