Presentata nei locali dell’Alliance franà§aise di Genova la raccolta poetica "In cammino sulle vie del cuore" della poetessa italo-francese Maria Salamone


(N.B.) Nei giorni scorsi nei locali dell’Alliance française di Genova, è stato presentato il volume “In cammino sulle vie del cuore”, pubblicato a cura della Pegasus Edition di Roberto Sarra. Si tratta dell’ultima raccolta della nota poetessa italo-francese Maria Salamone “In cammino sulle vie del cuore” che è stata apprezzata dalla direttrice dell’Alliance, Madame Carole Fragonara, e da tutti i presenti. Per motivi personali mancava un personaggio molto importante nel campo letterario, Dalmazio Masini, presidente dell'Accademia Vittorio Alfieri di Firenze, che la poetessa Salamone ha ricordato nel recitare una poesia del suo repertorio dal titolo “Il prezzo”.

Con bravura e maestria l’evento è stato curato dalla poetessa Elena Zucchini, coordinatrice Sezione Ligure dell'Accademia Alfieri, di cui pubblichiamo alcuni fra i numerosi commenti.

“In cammino sulle vie del cuore”. Ecco il terzo volume di poesie dopo “De sentiments et de rêves” e “Pour un chant de vie”, entrambi in lingua francese. Curatissimo è l’aspetto tipografico della copertina che nell’immagine simboleggia il significato generale dell’opera. Mai titolo fu più appropriato di questo, scelto da Maria Salamone per la sua prima opera in lingua italiana, poiché ogni poesia nasce dalla profonda esigenza spirituale di cantare il proprio sentire, per trasmettere agli altri un messaggio di pacificazione e serenità… Ä– soprattutto quando Maria recita le sue poesie che l’ascoltatore vive un momento unico, perché quando dà voce ai suoi versi le parole prendono vita e diventano armonia. Maria pare crescere sulle ali di questa musica e col gesto costruisce e dirige un’orchestra che ammalia il pubblico. Ringrazio, perciò, l’Alliance française di Genova che ci ha offerto ospitalità per ascoltare le poesie di Maria qui nella nostra città, in lingua italiana”.

Alla domanda “Come definisci la tua necessità di dare alle stampe un libro in lingua italiana e venirlo a presentarlo in questo pezzetto di Francia a Genova?”, Maria Salamone ha risposto: “Anche se vivo in Francia da oltre mezzo secolo, la mia lingua madre è la lingua italiana. Una lingua che dopo lunghi anni di emigrazione avevo quasi dimenticato. Nelle nostre famiglie all’estero succede, come nel mio caso, che i genitori non parlano in italiano e nemmeno in francese, ma nel dialetto regionale. Ecco perché prima di pubblicare la raccolta ho dovuto riappropriarmi della lingua italiana, che considero una fra le più belle al mondo, una grande ricchezza che devo alla poesia. Credo, inoltre, di avere qualcosa in comune con l'Alliance française, non solo con quella di Genova, di Rimini o di San Marino dove sono già stata ospite, ma con tutte le altre che operano in Italia, cioé la gioia, l'amore e la passione di condividere la propria lingua, la propria cultura, in sinergia e nel rispetto del Paese che ci ospita”. 


Oltre al recital di 18 poesie in lingua italiana, in segno di riconoscimento verso l'Alliance française, la poetessa Salamone, italiana di origine, francese di adozione ed europea per convinzione, ha recitato la poesia in lingua francese “Celle que je suis”.


Nella foto Maria Salamone e la dott. Elena Zucchini.

Lascia un commento