disoccupati

L’evasione fiscale è praticata dal Governo che accorda 720 agevolazioni. Esse, convenzionalmente, equivalgono a una mancata entrata di 161 miliardi d’euro l’anno.

Le agevolazioni permanenti sono inventate dai governi per catturare voti nelle competizioni elettorali, sono discriminatorie e perciò sono le generatrici di tutte le altre forme di corruzione.

Tutti i regimi d’esclusione, d’esenzione, di riduzione d’aliquote, d’imponibile, d’imposta, sostitutivi di favore e d’incentivazione, sono un’erogazione di denaro pubblico, sono dannosi e sono da cancellare.

Il disegno di legge di stabilità 2016 C3444 continua nell’accordare agevolazioni, tutte pagate anche dai disoccupati, che divengono sempre più poveri.

Perfettamente in linea con la filiera della crescita della povertà Napolitano/Berlusconi/Monti/Letta/Renzi/PD/Mattarella, il Governo prosegue quest’odiosa pratica raggiungendo obiettivi sempre più raffinati.

Qualche esempio di norme disumane redatte da un Governo stantio da rimuovere.

AGEVOLAZIONI

BENEFICIARI

ERO-

GATORE

AI

DISOC-

CUPATI

PAGATE

ANCHE DAI

DISOCCUPATI

Regime fiscale agevolato per i premi di produttività. (Ripristinato)

Dipendenti

Fisco

Nulla

Si

Esonero previdenziale per le assunzioni di lavoratori a tempo indeterminato. (Confermata)

Datori di lavoro

Fisco

Nulla

Si

Credito di 80 € mensili esente da imposte. (Confermato)

Dipendenti

Fisco

Nulla

Si

Erogazione di contributi previdenziali INPS su tempo non lavorato. (Introdotta)

Dipendenti pensionandi del settore privato

Fisco

Nulla

Si

Esclusione da IRPEF dei servizi erogati dai datori di lavoro. (Aumentata)

Dipendenti

Fisco

Nulla

Si

16 oneri deducibili e 28 detraibili da IRPEF. (Confermati)

Dipendenti

Fisco

Nulla

Si

Abolizione TASI su prima casa. (Introdotta)

Proprietari

Fisco

Si

Abolizione IMU su terreni agricoli. (Introdotta)

Agricoltori

Fisco

Si

IVA e accisa benzina

2017 2018. (Confermate)

Fisco

Si

Web\aziendalisti\disoccupati.doc

GIORGIO TRENTI

www.aziendalisti.org

Lascia un commento