A far morire Stefano Cucchi è stato il diavolo

Vedete? Ho ragione io ad arrabbiarmi di brutto quando qualcuno afferma di non credere al diavolo? La prova lampante dell’esistenza del diavolo ce l’hanno data ieri, 30 ottobre 2014, i giudici che hanno assolto tutti coloro che ebbero a che fare col povero Stefano Cucchi: i sei medici, i tre infermieri e i tre agenti di polizia penitenziaria. E se nessuno di loro è responsabile della morte di Stefano, se nessuno lo ha fatto morire, se nessuno gli ha messo le mani addosso, chi volete che sia stato? Non uno, ma sicuramente almeno tre spiriti maligni usciti dalla tombe, come quelli che finirono nella mandria di porci e finirono in mare. Di norma questi spiriti del male danno addosso ai poveri cristi. Eh sì, perché se Stefano Cucchi fosse stato un giovane elegantissimo in giacca e cravatta, magari a bordo di una macchina lussuosa, difficilmente le bestie infernali lo avrebbero toccato. Ai demoni piacciono solo i poveri cristi. Ma i giudici con questa bella sentenza, ci hanno fornito anche un’altra prova importantissima: nelle forze dell’ordine non esistono mele marce, e neppure fra i medici, e neppure tra gl’infermieri esistono mele marce.

Miriam Della Croce

Lascia un commento