IL PREMIO DI MAGGIORANZA INGLESE

Per chi non lo sapesse il premio di maggioranza “nascosto” esiste anche in Inglilterra e da alcuni secoli.( questo avviene per copiatura anche in America con I grandi elettori) Da noi tutto e’ apparenza! La chiamano democrazia, ma quando si va al voto sono le circostrzioni con pochi elettori a decidere il destino della politica e dei governi. Mi spiego: nel sistena maggioritario inglese, alle ultime elezioni il partito liberaldemocratico ( il mio tra l’ altro) ha ottenuto il 23 % dei consensi nazionali ed sono stati assegnati solo una cinquaqntina si seggi ( per i motivi gia’ espressi) , mentre in un sistema rappresentativo proporzianale ne avrebbe ottenuto piu’ di 100.( basti pensare all IDV e la Lega) In alcuni casi si puo’ ottenere anche il 10% e vedersi senza seggi in parlamento. Adesso capirete il perche’ sono stato sempre contro i premi di maggioranza, che siano essi nascosti o palesi come nel caso italiano. Come ho sempre ribadito, il problema non e’ il modo di eleggere, ma quello dell’ assegnazione dei seggi! L’ unica soluzione equa e democratica, sarebbe l’ uniproporzionalismo ( da me elaborato ed espresso) , ossia elegere il candidato a livello circoscrizionale e collegiale uninomilmente, ma assegnazione dei seggi in proporzione ai voti ( o preferenze) ottenute in base ai voti ( o preferenze) ottenute dai candidati a prescindere dalle liste. ( I will say no more. Si fa per dire)

Carmine Gonnella ( Progettto Pie) Londra Italy

Lascia un commento