Continua senza soste la marcia della Fortitudo Castenaso in testa alla classifica dell’Ibl 2

I ragazzi di Gabriele Samorè, nell’undicesimo turno, hanno fatto il pieno sul campo del fanalino Nettuno, aggiucandosi tra l’altro garadue per la rinuncia dei ragazzi di Guglielmo Trinci. In garauno, contro un avversario giovanissimo, primo di molti nazionali, la Fortitudo Castenaso si è portata sul 3-0 dopo due riprese ed ha poi gestito senza problemi il match, approfittando anche di cinque errori per prendere il largo. Vincente Bassi, rilevato da Geri.
In zona playoff l’unica novità è rappresentata dalla rimonta del Senago Milano, solo al quarto posto, grazie alla doppietta sullo Junior Parma. I lombardi, sorretti a dovere da Girasole (gara completa con 7bv) sono stati trascinati in garauno da Cabrera (4/4), Silva (3/3) e Guzman (2/5). Locali in vantaggio 4-0 già al 3°. Il secondo incontro è diventato invece in discesa dopo i sei punti segnati al 4° su Rivera. In evidenza Realini e Drago (3/4). In seconda posizione si confermano Macerata e Riccione, che si dividono la posta nel big-match della giornata. Macerata risolve garauno tra la quarta e la sesta ripresa, dopo una bella partenza di Meschini (0bv in 4.2rl). Riscatto romagnolo nel secondo equilibrato duello, vinto sul monte da Brian Orrizzi, con la salvezza di Christian Torri. In attacco bene Papini e Di Fabio. Il Verona, infine, torna a sperare nei playoff dopo aver fatto un sol boccone del Grosseto, fermato dai lanci di Bertagna e Texeira e travolto da un attacco puntuale all’appuntamento con la valida. In garadue bene Zambellan (3/3) e Mondo (3/4).

I risultati dell’undicesimo turno di seconda divisione Ibl
Knights Verona-Junior Baga Grosseto 7-2, 11-1 (7°)
Hot Sand Macerata-Riccione 7-5, 7-8
Senago Milano-Junior Parma 7-2, 11-1
Danesi Nettuno 2-12 (8°), 0-9 (forfait)
Classifica: Fortitudo Castenaso 727 (16-6); Macerata 636 (14-8); Riccione 590 (13-9); Senago Milano 545 (12-10); Verona e Junior Parma 454 (10-12); Junior Grosseto 318 (7-15); Nettuno 273 (6-16).

Lascia un commento