Sospensione dell’assistenza sanitaria a 5.000 connazionali in Argentina

On. Merlo (MAIE) “Basta coi tagli: l’assistenza sanitaria ai

nostri anziani non può subire tagli come un qualsiasi altro capitolo di spesa

Roma, 23 settembre 2010:-Dichiarando la propria contrarietà alla decisione di tagliare la copertura sanitaria ai nostri connazionali, l'on.Merlo (MAIE), ha reso noto che: “ Più di 5000 italiani, per lo più anziani, che necessitano assistenza sanitaria rimarranno senza questo servizio dal prossimo 31 dicembre in Argentina. ”

Insistendo sulla necessità urgente di trovare una soluzione per garantire l'assistenza sanitaria per la fascia sociale più debole e disagiata di italiani residenti all’estero, il presidente del MAIE ha spiegato:”Ancora una volta il Governo Berlusconi ci delude e si dimentica delle promesse fatte ai connazionali. Non si può continuare a tagliare indiscriminatamente. Non si può, nè si deve sospendere la assistenza sanitaria, non si può considerarla al pari di un qualsiasi capitolo di spesa. Chiedo, come rappresentante degli italiani residenti all’estero, che venga riconsiderata questa decisione affinché non vada messa a repentaglio la salute e la vita dei nostri anziani.”
Passando, poi, ad altro argomento delicato, l’on. Merlo ha reso noto che anche avuto modo di parlare dello stato in cui versano le nostre rappresentanze onorarie con i diretti interessati: “ Ho registrato un grande malessere tra consoli e viceconsoli onorari, che lamentano tagli insostenibili ai mezzi loro assegnati, alcuni pari anche all’80%. Parafrasando i latini, potrei dire che “Mentre a Roma si discute (e aggiungo, di tutt’altro)… Sagunto (la nostra rete consolare) cade! “

Lascia un commento