GASPARRI: Elezioni anticipate se si frammenta il Pdl

“Io sto dalla parte di Gasparri, che ha lavorato perche’ si desse vita al Popolo della liberta’ e che nel Pdl, oltre che a svolgere la funzione di presidente dei senatori con grande armonia, nel dibattito interno sull’immigrazione, la sicurezza, le politiche per la vita e la famiglia mantiene le posizioni che la destra politica italiana ha sempre sostenuto. Quindi mi sento un rappresentante di quell’area di destra che ha creduto nel Pdl e che non cambia idea”.

Lo ha affermato il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri, intervenendo a La Telefonata su Canale 5. Gasparri ha spiegato che “gli italiani vogliono soluzioni per i problemi dell’immigrazione, da contenere, del lavoro, da creare, dell’economia, da gestire bene. Io non credo che la gente sarebbe contenta se ci fossero le elezioni. Certo, se si rompesse il patto con gli elettori con frammentazioni, nascita di gruppi o impedimenti al presidente Berlusconi di governare, cosi’ come gli italiani hanno voluto, e’ chiaro che la parola dovrebbe tornare alle urne. Non me lo auguro e lavoreremo perche’ non accada. Quello che serve e’ l’unita’ della maggioranza che ha la responsabilita’ del Paese, unita’ nel confronto aperto nel Pdl, governo dei problemi e soprattutto di quelli che l’economia e le questioni del lavoro e dell’impresa ci impongono”.

Lascia un commento