IGNORANZA CON UN PO’ DI MASOCHISMO ?

Ho l’impressione che, fatte salve le molte eccezioni che pur ci sono, gli Italiani siano masochisti e stupidi; anzi, direi a loro discolpa che, se fossero masochisti, avrebbero un’ attenuante in quanto, si sa che in casi di specie, c’è chi, direttamente o indirettamente, gode facendosi del male, mentre la stupidità non ha attenuanti se non quella riveniente dalla scarsa cultura acquisita, sia essa socio-politica, confessionale o di qualsiasi altra natura.

Non mi sarei mai permesso, ma solo per educazione, di esprimere un giudizio così pesante verso un popolo al quale pure io appartengo, ma da quando mi sono state dette le motivazioni per le quali certuni hanno votato Caio anziché Tizio, allora in me è esplosa quell’ansia repressa che avevo dentro da anni tanto da dover dire veramente ciò che penso su questo nostro popolo che non sa darsi un assetto per gestire la cosa pubblica. Ciò che è grave è che le “imbecillate” le ho sentite anche da laureati, come una mia stretta cugina, la quale, sicuramente senza sapere che esiste il voto disgiunto, ha votato centro-destra per la Regione e centro-sinistra per il Comune, motivando la simpatia fisica del candidato… Non aggiungo le altre imbecillate che ho sentito da persone meno acculturate di mia cugina laureata… immaginiamoci cosa avrà votato la “siora Maria”…

In base a questo assunto c’è pertanto da pensare che il voto espresso dagli italiani, sia in buona parte il frutto di una situazione che avvalora il detto secondo cui ogni popolo ha il governo che si merita.

Gli Italiani “imbecilli” poi hanno capito che in questa tornata elettorale ha vinto Berlusconi quando è invece quello che ha perso di più, stante il fatto che è stata la Lega a impinguare di voti la coalizione di centro destra se è ben vero che sono state dimezzate le distanze del Partito democratico rispetto al Centro-destra. Questi sono dati di fatto e non “ciacole”, come qualcuno ha impostato la sua propaganda elettorale, qui nel bellunese. Chi ha perso davvero è stato pertanto Berlusconi !

Sono curioso di assistere al seguito di questo risultato. Infatti Casini e Fini (quest’ultimo ora sta giostrando per stare in qualche modo legato a Berlusconi) non ne vogliono sapere delle Lega (che ora pretende, eccome !), per cui se il governo dovrà reggersi sull’asse Bossi-Berlusconi (l’uno ha bisogno dell’altro per stare in piedi, ma in cuor loro, farebbero sicuramente volentieri a meno di stare insieme con quel che si sono detti in passato) c’è da immaginare che la prima botta sarà con la pretesa, da parte di Bossi, di dare alla Lega un posto di sindaco a Milano…

Un’anamnesi oggettiva della situazione politica italiana è che, da una parte abbiamo dei “MARPIONI” e che dall’ altra abbiamo degli “INCAPACI” che, ad elezioni appena finite, ora riprendono a baruffare.

Povera Italia. Almeno con Mussolini si sapeva di che morte si doveva morire !

Arnaldo De Porti

dearstern@hotmail.com

Via Telva 42 Feltre

Tele-fax 0439-89452

Lascia un commento