Anna Finocchiaro e la comunità  italiana residente in Svizzera e in Germania

Dopo la tappa nel Canton Zurigo, si sono conclusi sabato sera nella città della Volkswagen gli incontri della Senatrice Anna Finocchiaro Presidente del Gruppo PD al Senato. Due giorni di intensi contatti con la collettività italiana residente in Svizzera e in Germania, con esponenti del Partito socialista svizzero e dell’SPD di Wolfsburg e della Bassa Sassonia.

Oltre 250 persone hanno accolto venerdì sera 15 gennaio Anna Finocchiaro nella Sala comunale di Uster. A far gli onori di casa il Sindaco di Uster, Martin Bornhauser, che nel suo intervento non si è limitato ad indirizzare alla Senatrice e ai partecipanti il saluto del consiglio comunale, ma ha sottolineato il valore della visita di Anna Finocchiaro, considerata segno tangibile di un’attitudine che oltrepassa le frontiere. Frontiere che secondo il sindaco sono quelle che distinguono tolleranza e intolleranza, spirito aperto e bieco campanilismo, riconoscimento dell’altro ed ottuso egoismo. “Valori che segnano una comunità e che non sono legati ad un passaporto”. Parole quelle del sindaco che la Senatrice, ha molto apprezzato suggerendo che d’ora in avanti: “nell’incontro con il prossimo non dovremmo porre la domanda standard: cosa fai (di professione), bensì chiedere chi sei?”
Presenti all’assemblea, moderata dal giornalista Giangi Cretti, il Sen. Claudio Micheloni, il presidente uscente della Colonia libera di Uster Valerio Modolo e la neo-eletta presidente Carmela Damante, il Presidente del Comites Paolo Da Costa e il Segretario del PD Svizzera Michele Schiavone.

Numerose sono state le sollecitazioni giunte dal pubblico: attento e al contempo affettuoso. Dal canto suo Anna Finocchiaro toccata da “un’accoglienza così calorosa e familiare”, evidenziando le criticità dell’attuale politica di governo, rilevando come le strutture della nostra politica siano arcaiche e ormai obsolete, ha invitato i convenuti a trasmettere alla politica italiana i valori moderni di tolleranza, indulgenza e la volontà di accogliere il diverso, il migrante.
Commentando l’incontro l’autorevole quotidiano svizzero, il Tages-Anzeiger, ha titolato: Un vulcano italiano nella sala comunale di Uster.

La tappa in terra elvetica di Anna Finocchiaro era iniziata nel pomeriggio con una serie di interviste e con una conferenza stampa, al termine della quale la Senatrice si è spostata a Dietikon, cittadina in periferia di Zurigo, dove ha partecipato ad un comizio elettorale, a sostegno di Angela Gullo, giovane di origine italiana, candidata alle locali elezioni amministrative. Nell’occasione ha dialogato con il Segretario del Partito socialista svizzero di Dietikon, Rolf Steiner, convenendo sulla necessità di partecipazione attiva alla vita politica del Paese d’accoglienza.

Il giorno successivo, sempre accompagnata dal Senatore Claudio Micheloni, Anna Finocchiaro si è recata a Wolfsburg in Germania, dove nel corso di un ricevimento nel Castello cittadino, ha incontrato il Sindaco Prof. Rolf Schnellecke. Presenti, tra gli altri, anche l’assessore alle politiche giovanili, Klaus Mohrs, i consiglieri comunali Rocco Artale e Antonio Zanfino, i Segretari del PD di Wolfsburg e di Hannover, Silvestro Gurrieri e Santo Vitellaro, la reggente del Consolato Generale di Hannover, la Dott.ssa Maria Luisa Cuccaro Fantini, il Dott. Stefano Jorio, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Wolfsburg, il Deputato SPD del Land Bassa Sassonia, Klaus Schneck e l’agente consolare Gesuino Atzori.

La Senatrice ha lodato l’impegno e il lavoro esemplare del sindaco Schnellecke e del Consiglio comunale in materia di politiche d’integrazione, reiterando l’invito, già avanzato dal Sen. Micheloni, ad un incontro a Roma con il Presidente della Commissione Affari esteri e emigrazione del Senato, Sen. Lamberto Dini, e con i componenti della stessa Commissione, nonché con i parlamentari impegnati in Italia nelle politiche d’immigrazione. Un incontro previsto per la prossima primavera. Anna Finocchiaro ha colto l’occasione per ringraziare il Sindaco per il cospicuo contributo offerto alla città di Popoli (PE) nella ricostruzione della scuola media, parzialmente distrutta dal sisma del 6 aprile 2009. Infine, ha promesso di adoperarsi per la risoluzione dei problemi della scuola italo-tedesca di Wolfsurg, sottolineando la portata storica e innovativa del progetto formativo avviato qualche decennio fa.

Nell’incontro, avvenuto a margine del ricevimento, con gli esponenti del Partito socialdemocratico tedesco di Wolfsburg, si sono trattati temi comuni all’SPD e al Partito democratico italiano, gettando le basi per una più intensa collaborazione tra SPD e PD nell’interesse della comunità tutta.

La giornata di sabato si è conclusa con un’assemblea pubblica nella sala della Biblioteca di Wolfsburg (nella Alvar Aalto Kulturhaus) gremita da un pubblico italiano caloroso e vivace. Anna Finocchiaro, toccata dalla solidarietà manifestata nei confronti degli immigrati di Rosarno, sia a Wolfsburg che a Uster, ha affermato: “voi siete l’anima vera, non corrotta, dell’Italia”. Parole accolte da un lungo applauso.
Un breve incontro con il gruppo donne del PD di Wolfsburg e uno spettacolo colorito offerto dal Gruppo folcloristico siciliano “Lu Carrettu” di Wolfsburg, hanno posto fine alla visita.
Roma, 19 gennaio 2010

Lascia un commento