Italiani nel Regno Unito, Il Movimento della Libertà  di Romagnoli (PdL) continua a crescere

Continua nel Regno Unito il lavoro del Movimento della Libertà fondato e presieduto dall'On. Massimo Romagnoli, PdL.

La settimana scorsa il coordinatore MdL Regno Unito, Nicola Ricioppo, ha avuto un incontro con Charlie Mancuso e Amedeo Boscarino a Liverpool: si è discusso a fondo il programma del MDL per i prossimi 4 anni, e in particolare la formazione dell'associazione nel North/West dell'Inghilterra. Si e' concluso che loro faranno parte del programma dell'associazione e ne diventeranno soci; in più saranno responsabili della zona di Liverpool. L'incontro si e' concluso con un brindisi al successo del MDL nel Regno Unito.

Il MdL Regno Unito ha come obiettivo quello di essere presente su tutto il territorio inglese. E' proprio Ricioppo che sta portando avanti incontri per formare questo network a livello locale. Sempre la scorsa settimana, infatti, Nicola Ricioppo – detto Nico – ha incontrato Ivan Bragagnini a Preston. “Ivan e' una persona con tanta credibilita' nella zona di Preston, e molto rispettato nei circoli della ristorazione italiana”, ha detto lo stesso Ricioppo. “Dopo un lungo discorso positivo, ha promesso il suo appoggio al MDL”.

Mercoledì, accompagnato a Liverpool da Marilena Manfredi, Nico ha affrontato con lei la sua posizione di socio e quella della sorella Giuseppina, sia come socio che come responsabile nella zona di Bolton.

I colloqui sono andati avanti tutta la settimana: fra gli altri, il coordinatore MdL ha parlato anche con Luciano Lamberti di Bedford, il quale “mi ha assicurato che sta facendo progressi selezionando i membri dell'Associazione”.

“Tanto lavoro, tanto impegno e tanta passione in questi incontri – dichiara il presidente Massimo Romagnoli -, che puntano a aumentare significativamente la presenza e la voce del Movimento della Libertà nella terra dei lord. La strada è lunga, ma stiamo lavorando bene. Ormai è solo questione di tempo – conclude il parlamentare – e il Movimento della Libertà sarà presente in terra inglese al 100%”.

Lascia un commento