Art 2 giugno 2009 a Ginevra di Carmelo Vaccaro

La Festa della Repubblica Italiana, a Ginevra, si rinnova in una configurazione più emblematica.
Il 2 Giugno si apre con il raduno di una rappresentanza delle Associazioni italiane di Ginevra, guidata dal Console Generale d’Italia, Alberto Colella e dal Comm. Nunzio Crusi, Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Italiani, al Cimitero di St. Georges per deporre una corona d’alloro al Monumento dei Caduti.
La significativa iniziativa, svoltasi per la prima volta a Ginevra, ha visto riunire, oltre ad una rappresentanza del Gruppo Alpini di Ginevra, Il Presidente del Com.It.Es e alcuni Presidenti di Associazioni.

La festività del 2 Giugno è proseguita nel pomeriggio al Castello di Coppet nel canton Vaud, dove S.E. Pasquale D’Avino, Ambasciatore della Rappresentanza d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali in Ginevra e il Min. Giovanni Manfredi, nostro rappresentante al Disarmo, con il tradizionale ricevimento.
Anche quest’anno è stato scelto il suggestivo scenario del Castello di Coppet per celebrare la Festa della Repubblica Italiana e, per la prima volta, si è unito il Consolato Generale d’Italia in Ginevra.
Il ricevimento ha visto la partecipazione di centinaia di personalità e invitati, delegati della Comunità italiana, del mondo diplomatico, della finanza, dell’imprenditoria, ecclesiastici di diverse nazionalità, che hanno fatto pazientemente la fila per porgere il proprio saluto ai nostri rappresentanti, tutti uniti per onorare la nostra Festa Nazionale.

Dopo l’eccellente interpretazione dell’Inno italiano della Soprano Alida Barbasini e il discorso di benvenuto di S.E. Pasquale d’Avino rivolto ai presenti, il Console Generale Alberto Colella ha proseguito con la cerimonia con la consegna delle Onorificenze.

Il primo ad essere insignito, con il titolo di Cavaliere della Stella alla Solidarietà Italiana, è stato Pierino Commoretto. Per il loro meritorio percorso lavorativo, sono stati quindi insigniti della decorazione Stella al Merito del Lavoro la signora Vittoria Losciale, i signori Gilberto Donato e Luigi De Murtas. I neo Maestri del Lavoro si sono distinti nel campo del lavoro per la loro intraprendenza nella ricerca di miglioramento della conoscenza del mestiere.

Partecipare alla Festa del 2 Giugno, specialmente all’estero, è sempre un momento d’orgoglio ed i nostri rappresentanti diplomatici e consolari, anche in questa occasione, non sono venuti meno alla grande tradizione italiana della buona ospitalità, conservando integra l’immagine culturale e gastronomica della nostra Italia all’estero.

Lascia un commento