Venerdì 22 maggio 2009 sarà  presentato a San Paolo del Brasile il libro “All’ombra di un sogno”

Venerdì 22 maggio 2009 sarà presentato a San Paolo del Brasile il libro “All’ombra di un sogno”, scritto dalla giornalista pesarese Paola Cecchini (per conto dell’Associazione Marchigiani in Brasile) ed edito dalla Factash Editora.

Organizzato dal Consolato Generale di San Paolo e dal locale Istituto italiano di Cultura, l’evento si terrà presso O Memorial do Imigrante, istituzione del Ministero della Cultura del governo brasiliano, che racchiude l’ex Hospedaria de Imigrantes, il centro di accoglienza più grande dell’America Latina, che ospitava gli stranieri che arrivavano dall’Europa e dall’Asia, in attesa del reclutamento da parte dei fazendeiros.

Come recita il sottotitolo, “All’ombra di un sogno” rappresenta un viaggio nell’emigrazione italiana e marchigiana in Brasile. E’ corredato da numerose interviste rilasciate da 25 famiglie ascolane che nel 1952 lasciarono l’Italia per il paese sudamericano, dove vissero per anni in regime di semi-schiavitù nelle fazendas di canna da zucchero e caffè negli stati di Paranà e San Paolo.
Patrocinato dall’Ambasciata del Brasile in Italia e, per quanto attiene la parte italiana, dal Ministero per gli Affari Esteri, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Ambasciata d’Italia a Brasilia, il Consolato generale d’Italia a San Paolo, ed i locali istituto italiano di Cultura e Comites, il libro è corredato da 120 foto d’epoca mai pubblicate, appartenenti all’Archivio Storico Fotografico Trevigiano (FAST) e dalla fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana.
La prefazione è stata curata dall’On.le Fabio Porta, eletto al Parlamento Italiano nella circoscrizione estero B (America latina), mentre la copertina riproduce “O café”, un quadro di Candido Portinari, uno dei più famosi pittori brasiliani.

Contestualmente alla presentazione del libro della Cecchini, il 22 maggio prossimo sarà inaugurata presso la stessa sede la mostra “A viagem das palavras: cartas, diários e testemunhos escritos dos emigrantes italianos” curata dall’Archivio Ligure della Scrittura Popolare (A. L. S.P.), unitamente al Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana (CISEI) con sede a Genova.

Lascia un commento