USA, GLI ITALIANI CHIEDONO IL PRESIDENZIALISMO

Italiani hanno voglia di eleggere direttamente la più alta carica dello Stato

“Il grande coinvolgimento del popolo italiano alla sfida tra Obama e McCain è sintomo di una grande voglia di partecipare direttamente alla scelta dei vertici dello Stato. Abbiamo visto milioni di italiani letteralmente incollati alla tv a seguire i dibattiti televisivi e altrettanti hanno atteso tutta la notte nei cinema e nelle piazze i risultati, sebbene non si trattasse di una competizione italiana. Si sono mobilitati addirittura i leader nazionali e i circoli all’estero per sostenere le campagne dell’uno o dell’altro candidato. Questa partecipazione storica ha, di fatto, legittimato anche per l’Italia un modello presidenziale che veda l’elezione diretta del Capo dello Stato. Il tema del presidenzialismo è sempre stato per il centro destra un argomento cardine, a tal punto che era il primo impegno concreto nel programma elettorale delle elezioni politiche del 1996 e fu protagonista di una campagna di Gianfranco Fini sempre del ‘96 ‘Chiari e coerenti per il presidenzialismo ’”.

E' la lettura che l’On.Antonio Mazzocchi, deputato del Popolo della Libertà e Presidente dei Cristiano Riformisti, dà in una nota delle elezioni americane.

“I candidati alla Casa Bianca sono riusciti ad infiammare gli animi e coinvolgere una America che oggi ha un presidente che trova la sua legittimazione direttamente dal popolo sovrano. Anche per questo auspichiamo – conclude Mazzocchi – che quando si parlerà di riforme, possa essere presa in considerazione l’idea di una riforma che dia ai cittadini la possibilità di eleggere anche la più alta carica dello Stato”.

Lascia un commento