ITALIANI ALL’ESTERO, “RISULTATI IMPORTANTI MALGRADO L’ESTREMA RAZIONALITA’ DELLA LEGGE FINANZIARIA”

Roma 7 novembre 2008 – “Ribadisco la necessità di una riflessione bipartisan sulle principali questioni che coinvolgono i connazionali all’estero, ed invito i colleghi dell’opposizione a razionalizzare le proprie considerazione e contestualizzarle nel clima di profonda sintesi e semplificazione in cui è stata tracciata l’attuale legge finanziaria”. Così commenta l’on. Aldo Di Biagio, deputato del PdL eletto nella ripartizione Europa, le considerazioni formulate da alcuni esponenti dell’opposizione, eletti all’estero, circa la scarsa attenzione manifestata dalla maggioranza su alcuni temi caldi per le comunità italiane oltre confine.

“La materia delle detrazioni per carichi di famiglia per i nostri connazionali che vivono e lavorano all’estero è di rilevanza indiscutibile ed assolutamente imprescindibile – ha sottolineato l’on. Di Biagio – , considerazione che ho manifestato in più occasioni battendomi nelle Commissioni competenti e richiamando l’attenzione del Governo con un Ordine del Giorno, accolto dallo stesso durante le ultime battute della manovra d’estate”.

“La proposta emendativa su cui ho inteso concentrare il mio interesse e tutto il mio impegno politico, – ha affermato il deputato del PdL – coinvolge i tanti italiani residenti all’estero che producono reddito in Italia, che sostengono il lavoro e l’immagine della loro Patria ma ai quali non sono riconosciuti diritti imprescindibili, come le detrazioni per carichi di famiglia che attualmente risultano previste per il solo triennio 2007 -2009 dall’art. 1 , comma 1324 della legge finanziaria 2007. Ma nella logica di contenimento e di razionalizzazione tracciato dalla legge finanziaria si è reso necessario intervenire limitandone la portata in termini di applicazione del suddetto diritto, riconoscendone però una proroga di un anno, al fine di riflettere e predisporre nuove ed adeguate misure di intervento e di sostegno a favore degli italiani all’estero”.

“L’Esecutivo ha inteso fare proprio questo emendamento e rivalorizzarlo malgrado le prospettive incerte e discutibili che erano state tracciate su di questo in Commissione bilancio, – ha concluso Di Biagio – e la ridefinizione dell’approccio del Governo nei confronti di questa materia rappresenta un risultato importante che ci riempie di speranze per i provvedimenti futuri a sostegno delle nostre comunità all’estero. L’impegno e la tenacia con la quale ho portato avanti questa causa, supportato dai colleghi del PdL, ha condotto ad un risultato significativo che deve essere inquadrato necessariamente in una logica bipartisan: un preambolo per una completa e coerente politica di sostegno dei nostri connazionali all’estero”.

Lascia un commento