SINDACATI — ON ALDO DI BIAGIO (PDL) : “AUSPICABILE CAMBIAMENTO DI ATTEGGIAMENTO DA PARTE DELLA CGIL

Roma 31 ottobre 2008 – “Saluto con soddisfazione la chiusura delle trattative tra Governo e le sigle sindacali relative al rinnovo contrattuale degli statali, ma esprimo perplessità sull’atteggiamento perpetrato dalla Cgil, sulle sue rivendicazioni poco opportune e sulle sue scelte non in linea con il contesto sociale e la realtà entro cui sono state tracciate le linee del dialogo e dell’accordo”. Non ha dubbi l’On. Aldo Di Biagio, deputato del PdL, eletto nella Ripartizione Europa, all’indomani della firma da parte di Cisl, Uil, Ugl, Confsal e Usae, del protocollo d'intesa proposto dal Governo per il rinnovo del contratto del pubblico impiego relativo al biennio 2008-2009.

“L’accordo siglato tra le parti sociali ed il Governo – ha sottolineato Di Biagio – rappresenta un momento importante ed un impegno significativo per l’Esecutivo orientato al riconoscimento delle risorse da destinare al pubblico impiego e ad esorcizzare non opportune decurtazione reali negli stipendi a partire dal mese di gennaio”. A tal riguardo sono pienamente in linea con quanto espresso da Renata Polverini, segretario generale dell’Ugl, secondo la quale in questo momento di grande preoccupazione appare necessario dare a questi lavoratori la certezza di vedere il proprio rinnovo contrattuale”.

“In questa logica – ha concluso l’On. Di Biagio – l’atteggiamento di chiusura e di eccessiva rivendicazione del sindacato di Corso d’Italia rischia di sfatare il lavoro lungo e complesso tracciato delle parti sociali. Mi auguro che la Cgil si renda presto conto di essere ancora un sindacato e non un turbolento partito politico, e proprio in questa prospettiva si mostri consapevole dell’esigenza di siglare quegli accordi a tutela dei lavoratori che ancora rappresenta”.

Lascia un commento