Onorevole Gabriella Carlucci Forza Italia

COMUNICATO STAMPA
Roma, lunedì 12 novembre 2007

On. Gabriella Carlucci
Segretario della Commissione Cultura della Camera dei Deputati
Responsabile Dipartimento Cultura e Spettacolo di Forza Italia

SPETTACOLO, Carlucci: CALA IL SIPARIO SUL TEATRO LIBERO.

Denuncia dellOn. Carlucci dell'ennesimo tentativo di monopolizzare la cultura a Roma

“Ho denunciato oggi l’ennesimo tentativo di monopolizzare la cultura romana, da parte di un sindaco a mezzo servizio, Walter Veltroni, e del suo amico Rutelli. Ho fatto presente in un’intterrogazione parlamnetare che l’Ente Teatrale Italiano (Eti), che gestisce quattro tra i più famosi teatri italiani – ovvero il teatro Duse di Bologna, la Pergola di Firenze, il Quirino e il Valle di Roma – avrebbe deciso di cedere la gestione dei due teatri romani al Comune di Roma, la cui conseguenza sarebbe, tuttavia, la costituzione di un monopolio da parte dell’Amministrazione comunale capitolina ed una automatica esclusione dei privati a cui non viene data alcuna possibilità di entrare nella gestione. In verità, la gestione monopolista dei due teatri diventerebbe facilmente uno strumento di propaganda politica in mano al centrosinistra, molto attento a sponsorizzare grandi eventi culturali che, però, hanno dei costi elevatissimi legati all’organizzazione e alla presenza di ospiti internazionali. E’ bene che il Ministro dei Beni Culturali, Francesco Rutelli, spieghi subito come intende procedere, quali iniziative intende adottare per bloccare il passaggio della gestione dei tue teatri romani dall’Eti al Comune di Roma, e in che modo intende intervenire per evitare l’uso strumentale dei due teatri, svilendone il compito di mezzi di diffusione e promozione culturale”.

INTERROGAZIONE AL MINISTRO DEI BENI E ATTIVITA’ CULTURALI

Premesso che:

– l’Eti, Ente Teatrale Italiano, istituito con la legge n. 365 del 19/03/42, rappresenta per il nostro Paese una istituzione di grande prestigio e di fondamentale importanza, che gestisce quattro tra i più famosi teatri italiani, ovvero il teatro Duse di Bologna, la Pergola di Firenze, il Quirino e il Valle di Roma;
– l’Eti ha deciso di cedere la gestione dei due teatri romani al Comune di Roma, le cui conseguenza sarebbe però la costituzione di un monopolio da parte dell’Amministrazione comunale capitolina ed una automatica esclusione dei privati a cui non viene data alcuna possibilità di entrare nella gestione, contravvenendo ai principi di trasparenza e concorrenza, cardini del libero mercato nell’Unione Europea;
– la gestione monopolista dei due teatri può divenire facilmente uno strumento di propaganda politica in mano al centrosinistra, molto attento a sponsorizzare grandi eventi culturali che, però, hanno dei costi elevatissimi legati all’organizzazione e alla presenza di ospiti internazionali;

per sapere:

– quali iniziative il Ministro interrogato intenda adottare per bloccare il passaggio della gestione dei tue teatri romani, il Quirino e il Valle, dall’Eti (Ente Teatrale Italiano) al Comune di Roma, onde impedire l’attuazione di un monopolio che viola i principi di trasparenza e concorrenza legati al libero mercato dell’Unione Europea;
– in che modo intenda intervenire per evitare l’uso strumentale dei due teatri, svilendone il compito di mezzi di diffusione e promozione culturale.

On. Gabriella Carlucci

Lascia un commento