DROGA E COSCIENZA DISTANZIATA

  Pandemia che non molla, governi traballanti, politica ferocemente contrapposta, destra e sinistra che fanno le verginelle ma appaiono sempre più delle peripatetiche all’arrembaggio, peggio, delle prime donne. Tutto ciò, mentre i temi da trattare sono tanti e spinosi, allora meglio tralasciare di avere cura e attenzione per la giustizia sociale quella giusta, dimenticando bellamente … Leggi tutto

MA CHE BEL PAESE

  Alla faccia del paese delle meraviglie, dei santi, poeti e navigatori, sui luoghi di lavoro si muore un giorno si e l’altro pure, sulle strade i corpi accatastati di uomini e donne senza vita non si contano più, così le donne prese a botte, accoltellate e ammazzate per delirio di onnipotenza ormai divenute incontabili, … Leggi tutto

DROGA RICREATIVA

Ci risiamo, è ripartito il convoglio dei ricchi premi e cotillon per il divertimento assicurato di giovanissimi e meno giovani, ma tutti insieme a sballarsi appassionatamente. Non costituirà più reato coltivare in minima quantità e per uso personale, la cannabis in casa propria. Questa pietra tombale erroneamente definita epocale è delle sezioni unite penali della … Leggi tutto

I TRADITORI E GLI INDIFFERENTI

A detta di molti affermati studiosi la guerra non riesce a piegarsi a nessuno scopo sociale condivisibile, eppure è guerra in ogni dove, in ogni quando, in ogni più sparuta regione del mondo. Sotto l’egida della pace, della fratellanza, dell’ingerenza umanitaria, oppure della intermediazione militare, c’è un dispendio forsennato di scarponi chiodati e pallottole per … Leggi tutto

I TRADITORI E GLI INDIFFERENTI

A detta di molti affermati studiosi la guerra non riesce a piegarsi a nessuno scopo sociale condivisibile, eppure è guerra in ogni dove, in ogni quando, in ogni più sparuta regione del mondo. Sotto l’egida della pace, della fratellanza, dell’ingerenza umanitaria, oppure della intermediazione militare, c’è un dispendio forsennato di scarponi chiodati e pallottole per … Leggi tutto

DROGA E SILENZI ASSORDANTI

Chissà mai perché sul problema delle dipendenze, dell’assunzione di droga, c’è sempre a fare da voltagabbana la disinformazione, la politica d’accatto, come se fosse un disagio sociale del tutto periferico, appartenente ai soliti giovanissimi, invece che ai volti nuovi e alle conseguenti carni zigrinate dagli inciampi, dalle droghe tutte, dagli abbandoni seguiti a catena. C’è … Leggi tutto

L’INTERCESSIONE DELLA SOLIDARIETA’

In quel palazzone ci vivono tanti uomini e tante donne, ci abitano bimbi e anziani, stanno lì da tanto tempo, è vero, occupando illegalmente lo stabile, ma tenendolo pulito, vivendoci dentro con la dignità delle persone povere, ma ricche di valori umani. Non si tratta di un agglomerato sub-urbano dove si spaccia droga, si svendono … Leggi tutto

L’INNOCENZA COLPITA E SCAVALCATA

Una sparatoria, un uomo abbattuto, un’esecuzione in piena regola. Eppure la regola è infranta, le regole non sono più santificate né rispettate. La scena è da film d’azione, una sorta di Gomorra live, dove si parla di guaglioncelli, di ragazzini sparatori, di minori tutto fare, eppure anche qui qualcosa non sta al suo posto, le … Leggi tutto

LE GUERRE IPOCRITAMENTE DIMENTICATE

Sulle guerre si sprecano da sempre gli aggettivi, i sostantivi, le banalità, gli estremisti di ogni sponda ammettono l’uso della forza, accettano l’uso di una violenza che sana altra violenza, con la pretesa di non esagerare troppo. Gli altri che ancora non conoscono il colore del sangue, non stanno da nessuna parte, se non con … Leggi tutto

IL GIOCO DELLE CARTE TRUCCATE

Geopolitica, politica, politicanti e politichese, insomma il gioco delle tre carte, esposto all’ennesima potenza, sotto una coltre di parole, di intendimenti, di azioni, tutte incentrate a coprire o mistificare la realtà, quella degli affari, del business, degli interessi incrociati, ove tutti fanno la loro poco bella presenza, ma nessuno s’addossa la più piccola responsabilità. Eppure … Leggi tutto

BAMBINI AL MACERO

Siamo immersi fino a soffocare nella politichetta mordi e fuggi, nelle sfide e provocazioni di questo e di quello, c’è tutto e di più per far si che la devastazione umana passi in secondo piano. Nei mari si muore, nelle terre di confine si soffre, ci si dispera senza più la benché minima speranza, morte … Leggi tutto

BIMBI TRATTATI COME COSE INUTILI

Ancora, ancora e ancora, in un asilo nido, in una scuola materna, in uno spazio dell’infanzia, ancora, ancora e ancora botte, percosse, umiliazioni, ferite profonde, sui bimbi, sui genitori, su una società allo sbando, una collettività ripetutamente colpita alle spalle, a tradimento. Perché di un vero e proprio tradimento si tratta, dapprima culturale, affettivo, comunitario, … Leggi tutto

SEVERAMENTE VIETATO TRAVESTIRSI A NATALE

he dorme quel Bimbo ci conferma una volta di più che Dio non è morto, Quante belle lettere di Natale, quanti propositi, ci sono finalmente i buoni a zittire i cattivi, e quante preghiere moltiplicate per dieci, quanto desiderio di un incontro, di un ascolto, per accorciare le distanze, per mettere pancia a terra la … Leggi tutto

LA MORTE VINCE SEMPRE

Ai miei tempi, a dodici anni, giù di li, avere coraggio significava scavalcare in perfetta solitudine il muro del cimitero e restarci dentro per qualche tempo, oppure salire sul ponte della ferrovia e tuffarci dentro il lago. Ai miei tempi così differenti da questi tempi, non eravamo meglio noi, più semplicemente nel frattempo siamo cambiati … Leggi tutto

NON VEDO NON SENTO NON PARLO

A volte il mondo non sta al suo posto perché siamo noi a capovolgerlo, a tenerlo in bilico sulle parole di comodo, sugli slogan che fanno effetto, nelle cartellonistiche da pochi cents che però vanno dritte alla pancia di chi guarda senza vedere. Ieri stavo osservando i filmati giunti dalla Libia, nello specifico dentro i … Leggi tutto

LA SOCIETA’ DEI NON INTERESSI COLLETTIVI

Un avvocato viene nominato membro del comitato tecnico scientifico in materia di contrasto e prevenzione dei fenomeni di criminalità organizzata in Regione Lombardia, ecco che immediatamente una levata di scudi si pone a fare argine per rendere quella nomina improponibile. Si sta parlando di un avvocato vero, di quelli che non si sono mai arresi … Leggi tutto

A VOLTE E’ TROPPO TARDI

Nel nostro paese oramai è consuetudine l’accettazione di uno stato che veste il grembiule da oste, vendendo e anche svendendo alcol sottobanco, come se fosse del tutto naturale vedere un minore sbomballato di beveroni dai mille colori. Uno stato che veste i panni del biscazziere, di colui che fa giocare d’azzardo ma con voce suadente … Leggi tutto