CORONAVIRUS, LA FONDAZIONE FRANCESCA RAVA ATTIVA ANCHE IN QUESTA EMERGENZA HA GIÀ INVIATO IL PRIMO MEDICO A CREMONA E STA LAVORANDO PER L’INVIOfilippo DI ALTRI VOLONTARI, IN COORDINAMENTO CON LA REGIONE LOMBARDIA

7 marzo 2020. La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia è in prima linea per rispondere all’emergenza coronavirus, già oggi il primo medico specializzato volontario entra in forze a supporto dei colleghi dell’Ospedale di Cremona e sarà seguito da altri sanitari in coordinamento con la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia.

La Fondazione Francesca Rava già intervenuta nell’emergenza terremoto in Centro Italia e attiva nel nostro paese con numerosi progetti contro la povertà sanitaria minorile, ha nei giorni scorsi offerto alla Regione Lombardia di attivare la sua rete di medici rianimatori, infermieri, ostetriche volontari esperti e già impiegati in altre missioni, ad esempio in Haiti per le emergenze terremoto e colera e nel Mediterraneo in aiuto a bambini e donne migranti.

Il dr Pier Eugenio Gobbato Direttore Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Monfalcone (Gorizia) presterà servizio al fianco dei colleghi nel Reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Cremona uno dei centri emergenziali e con l’ospedale di Lodi quello più vicino alla zona rossa.

Sempre come volontario il dr Gobbato è stato in Haiti per l’emergenza colera, che dal 2011 ad oggi ha causato 10mila vittime, presso gli ospedali NPH Saint Damien e Saint Luc; è stato tra i primi medici imbarcati sulle Navi della Marina Militare nel Mediterraneo, operazione Mare Nostrum, dove la Fondazione ha inviato 250 volontari che hanno soccorso 150.000 bambini e donne.

Oltre all’invio di volontari, la Fondazione sta fornendo farmaci e prodotti pediatrici a case famiglia, comunità mamma bambino nelle aree di maggiore emergenza gia beneficiari dell’iniziativa In farmacia per i bambini ed è in contatto con i farmacisti e donatori della zona rossa e limitrofe.

In Haiti paese già in quotidiana emergenza, si stanno registrando i primi contagi. Le poche strutture ospedaliere presenti non sono in grado di accoglierli. Gli ospedali NPH Saint Damien e Saint Luc dotati di terapia intensiva sono stati indicati dal governo centri emergenziali per i positivi, e hanno bisogno di supporto.

Mariavittoria Rava presidente dichiara: “La Fondazione Francesca Rava si è messa ancora una volta a servizio delle istituzioni in questo caso collaborando con la direzione Welfare della Regione Lombardia che sta gestendo in maniera tempestiva ed efficace una crescente criticitá. Noi supporteremo le strutture che ci verranno indicate, che stanno lavorando a pieno ritmo, facendo appello alla nostra rete di volontari specialisti provenienti da tutta Italia”.

“Il nostro intervento nasce dall’esperienza sul campo e dalla capacità di mettere rapidamente in azione risorse qualificate già impiegate in altre grandi emergenze sanitarie complesse in Italia e all’estero, in particolare in Haiti per il terremoto e il colera, e nel Mediterraneo per 5 anni per l’emergenza migranti al fianco della Marina Militare” Aggiunge Emma Bajardi coordinatrice dei progetti di emergenza sanitari della Fondazione Francesca Rava.

www.fondazionefrancescarava.org

Aiutaci, per donare
Con carta di credito sul sito www.fondazionefrancescarava.org, o chiamando lo 0254122917
IBAN IT39G0306234210000000760000
causale: emergenza coronavirus
DONA IL 5X1000 ALLA FONDAZIONE FRANCESCA RAVA CF 97264070158

FONDAZIONE FRANCESCA RAVA – NPH ITALIA – 20 anni in Italia, 65 nel mondo
La Fondazione Francesca Rava nata nel 2000, aiuta l’infanzia e l’adolescenza in condizioni di disagio in Italia e nel mondo. L’aiuto ai bambini, direttamente o tramite il sostegno alle mamme e i nuclei familiari, avviene tramite adozioni a distanza, progetti e programmi di cooperazione allo sviluppo e di solidarietà internazionale, la sensibilizzazione sui diritti dei bambini, la diffusione della cultura del volontariato, la risposta alle emergenze umanitarie come guerre o catastrofi naturali.
I principali settori in cui la Fondazione opera sono l’assistenza sanitaria, l’istruzione, l’accoglienza ai bambini orfani, abbandonati o in disperato bisogno, con risposte immediate e programmi a medio – lungo termine.

La Fondazione rappresenta in Italia N.P.H. – Nuestros Pequeños Hermanos (I nostri piccoli fratelli e sorelle), organizzazione umanitaria internazionale che dal 1954 salva i bambini orfani e abbandonati nelle sue Case ed ospedali in 9 paesi dell’America Latina, tra i quali Haiti, con il motto “un bambino per volta, dalla strada alla laurea.” Rappresenta inoltre la Fondazione St Luc di Haiti.

In Haiti ha realizzato e sostiene numerosi progetti tra cui l’ospedale NPH Saint Damien unico pediatrico sull’isola, che assiste 80.000 bambini l’anno.

In Italia la Fondazione è attiva su tutto il territorio nazionale in prima linea con progetti concreti in risposta alle emergenze che colpiscono i bambini. Nel Centro Italia colpito dal terremoto del 2016, ha realizzato 8 scuole e contribuito alla riapertura dell’ospedale della Valnerina; lotta contro la povertà educativa; contro la sanitaria infantile con la raccolta nazionale “In farmacia per i bambini”; assiste in mare e a terra i bambini e le donne migranti in collaborazione con le istituzioni e la Marina Militare; contrasta l’abbandono neonatale con il progetto ninna ho, realizzato insieme a KPMG; sostiene con progetti medici ed educativi i bambini delle case famiglia e comunità per minori.

Ufficio stampa
silvia Valigi, silvia.valigi@nph-italia.org, 3475315036, Elisabetta Menga, news@nph-italia.org, 3492119335–

Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus
Viale Premuda 38/a – 20129 Milano, Italia

Lascia un commento