Massafra. Fase di avvio della TARI “CENSIMENTO delle UTENZE”

(N.B.) Lunedì 11 marzo 2019 comincia il percorso che vedrà Massafra tra i primi Comuni del sud ad adottare una tariffa equa e sostenibile per la gestione dei rifiuti. Entro il 2020, infatti, i cittadini di Massafra pagheranno davvero per quanti rifiuti producono e scopriranno che essere attenti all’ambiente e alla differenziata converrà sempre di più. La scelta di passare ad un sistema di tariffazione puntuale dei rifiuti è il modo migliore e più efficace per ottenere contemporaneamente due risultati: sostenibilità ambientale grazie all'aumento delle performance di raccolta differenziata, con contestuale diminuzione dei quantitativi di rifiuti prodotti (verso Rifiuti Zero), e equità e giustizia nel prelievo tributario permettendo ai cittadini di pagare in maniera equa il servizio ricevuto e al quale hanno conferito i propri rifiuti differenziati, senza ricorrere ad altri e imprecisi sistemi di calcolo. Un passaggio epocale, che sarà possibile anche grazie a Riciclario, l’App adottata dal Comune di Massafra per la corretta comunicazione e sostenibilità ambientale.
Il passaggio alla tariffa equa, sostenibile e puntuale avverrà gradualmente. Da lunedì 11 marzo inizieranno le operazioni di censimento delle utenze e prima dell'estate si passerà alla sperimentazione della misurazione dei conferimenti collegando informaticamente le attività di raccolta con il sistema di gestione della misurazione e della tariffazione.
Quale collaborazione viene chiesta ai cittadini? Tutti gli intestatari TARI dovranno consentire agli addetti della ditta CONSEA srl, opportunamente identificabili da cartellino timbrato dal Comune di Massafra, di compiere il censimento della dotazione di contenitori per la raccolta differenziata “porta a porta” in dotazione alla propria utenza TARI.
Al fine di facilitare tale attività, dovranno essere messi a disposizione ed esibiti agli addetti al censimento, a loro richiesta: Il Kit di contenitori per la raccolta differenziata “porta a porta”, fornito dal gestore del servizio di raccolta RSU; L’avviso di pagamento TARI anno 2018 per l’immobile condotto a qualsiasi titolo; Il Codice Fiscale dell’Intestatario TARI.
Il tutto sarà costantemente accompagnato da una specifica campagna di comunicazione e informazione volta a rendere i cittadini attivamente partecipi al processo di cambiamento.
Massafra ancora una volta è chiamata ad essere avanguardia rispetto ai Comuni del territorio e della Puglia. Un’occasione importante per tutta la comunità!
Lo dicono Tonia Di Gregorio, Assessore alla Qualità dell’Ambiente Ottimizzazione Raccolta Differenziata To, e Savino Lattanzio,Consigliere Incaricato.
Nella foto l’assessore Tonia Di Gregorio.

Lascia un commento