INSIEME per gli italiani. INCREMENTO DELLE ESPORTAZIONI E KNOW HOW ITALIANO

di Carmelo Cicala Presidente di INSIEME per gli italiani

INSIEME ritiene che l’incremento delle esportazioni di beni e servizi italiani sarà tanto maggiore quanto più elevato sarà il potere d’acquisto delle comunità italiane nel mondo e dei Paesi in cui risiedono o lavorano. Essi possono diventare i veri ambasciatori dell’italianità.

Tra i più frequenti consumatori dei prodotti made in Italy nel mondo sono proprio gli italiani ivi residenti. Ciò non solo nell’ottica dei consumi che pur sono assai rilevanti, ma dal punto di vista propagandistico a livello locale essi sono dei veri e propri sistemi reclamizzanti ambulanti. Una migliore condizione economica degli italiani all’estero consentirebbe anche un maggior consumo di prodotti italiani. A farne benefici è in fin dei conti la finanza pubblica con l’aumento e l’incremento delle esportazioni. INSIEME si occuperà in maniera capillare per evidenziare quelle situazioni di indigenza media e grave dei connazionali residenti all’estero. Analizzerà le possibili soluzioni nel quadro della ragionevolezza e dell’interesse nazionale per porre fine ad ingiustizie alcune volte assai eclatanti. La condizione economica degli italiani all’estero, per quanto concerne la competenza dei governi italiani, dovrà essere migliorata sulla stregue e sugli indirizzi democratici e costituzionali che guidano il paese alla soluzione pacifica ed intelligente dei problemi. Dire che gli italiani all’estero potrebbero diventare dei veri e propri ambasciatori dell’italianità all’estero, non è affatto una banalità retorica, ma una lungimirante deduzione: essi già lo sono stati e lo sono ancora ambasciatori. Bisognerà lavorare affinché questa condizione diventi calcolata e più efficiente sollecitando ed invogliando anche la nostra gente a profondere le proprie esperienze lavorative incentivandole ad investire di più e meglio.

INSIEME intende favorire la nascita di nonché di agevolare la nascita anche all’estero di distretti industriali italiani. Inoltre, intende favorire la circolazione dei brevetti e del know how italiano.

La strategia di impresa di società miste tra le piccole e medie imprese italiane e quelle dirette da Italiani all’estero è il sistema attraverso il quale innescare un meccanismo che godrà di propulsione propria in grado di funzionare a tutti i livelli sia nazionali sia internazionali. D’altronde la esportazioni italiane attraverso le sue aziende, hanno bisogno di punti di riferimento capillari che indaghino sui territori e meglio di chiunque altro sulle necessità e sulle abitudini locali. Veri e propri distretti industriali all’estero significherebbero presenza ed efficienza sui mercati con un ritorno economico difficilmente quantificabile. La tanto sbandierata caratteristica di estro e fantasia degli italiani all’estero potrebbe avere libero sfogo su quei mercati aprendo varchi e proponendo originalità proprio attraverso la circolazione di brevetti e soluzioni tutte italiane. Miglior propaganda italiana non sarebbe agevole immaginare.

In “Leggi il documento” il modulo di adesione ad INSIEME per gli italiani

Lascia un commento