Garavini (PD): "Il Paese si dota finalmente degli strumenti adeguati contro le mafie"

Approvata l'introduzione del reato di autoriciclaggio in via definitiva

“Dopo l'introduzione del voto di scambio anche l'autoriciclaggio è diventato legge. Per decenni gli autori di questi reati sono rimasti impuniti nel nostro Paese. Adesso finalmente, a neanche un anno dal suo insediamento, il Governo Renzi crea i presupposti per iniziare a contrastare questi fenomeni, estremamente diffusi e lucrativi per le mafie”. Lo ha detto Laura Garavini, componente dell'Ufficio di presidenza del Pd alla Camera, commentando il voto definitivo al provvedimento sul rientro di capitali dall'estero e sulla lotta all'evasione fiscale, che introduce anche il reato di autoriciclaggio.

“E' da decenni che forze dell'ordine e magistratura insistono affinché si introducano questi fondamentali reati. Non è un caso che la criminalità organizzata, sfruttando proprio questo gap normativo, moltiplicasse i suoi profitti reinvestendo i proventi derivanti da attività criminale. L'autoriciclaggio infatti consiste in una prassi molto diffusa, finora non punita: il fatto che un mafioso investa ciò che lui stesso ha ricavato dai suoi reati criminali. Tra l'altro l'Italia era uno dei pochissimi paesi a livello europeo a non essersi ancora dotata di questo strumento”.

“L'introduzione del reato di autoriciclaggio è una grande conquista” ha concluso la Garavini, precisando “Non solo per me, che ci lavoro dal mio ingresso in Parlamento, ma per tutti coloro che si battono ogni giorno contro le mafie.”

Lascia un commento