ANALISI SU GRILLO

No, non ci siamo! Grillo non mi piaceva come comico e non mi piace come politico, non ho mai condiviso niente di tutto ciò che diceva e che dice oggi. Se apriamo gli occhi, chi di voi si fiderebbe di un medico che non ha una specializzazione in chirurgia a farsi operare? ma, peggio ancora, i grillini e i simpatizzanti, si fidano di un 'medico' che, non solo non ha la specializzazione, ma non ha neanche la laurea! Mi chiedo, come fa a parlare di politica un 'cittadino' che ha sul curriculum la qualifica di comico? Ha fatto sempre ridere? Perché adesso dovrebbe non farlo?

Come fa a parlare di politica un uomo che non ha mai scritto libri ne di economia ne di politica ne sui partiti? Anzi, i titoli che girano riguardano solo il movimento e di ‘smantellamenti’ riferendosi alla classe politica che non conosce e non sa cosa è.

Semplice, non smantella niente! Fa solo ‘ammuina’! consolida i poter forti di chi già c'è l'ha, non cambia niente.

Fa lavorare 'cittadini' senza neanche fargli percepire una 'giusta paga', e, caso ancora ‘strano’, nessuno lo denuncia. Come mai, se una qualsiasi azienda assume un dipendente, è tenuto a versargli una pagata come concordato dal sindacato, e dallo statuto dei lavoratori, e, invece grillo ai ‘suoi’' gli fa percepire una pagare diciamo ridicola per il tipo di lavoro che svolgono (parliamo del Parlamento e del Senato italiano!)?

L’episodio del deputato Cinque Stelle Davide Tripiedi, nel leggere il suo discorso per intervenire sul provvedimento in materia di lavoro, è passato alla storia. Tripiedi esordisce così: “Sarò breve e circonciso”.

La grande differenza, tra Grillo e i grillini, in caso di cultura, pare proprio di non trovarla.

Certo che Grillo, nel suo piccolo, avrà una ‘visione’ della gestione pubblica senza politici? Avremmo solo manager? Anche in politica? Ma se lui è dalla parte dei cittadini, senza politici, quale ‘arma’ avranno tra le mani gli utenti di uno stato senza politici e con solo manager? Nessuna. Un politico a fine mandato, se non gradito, non verrà rieletto, un manager a fine mandato se non gradito, non potrà essere mandato a casa, in quanto, la sua nomina non la fanno i cittadini con una regolare elezione democratica!

Infatti, negli slogan di Grillo, avete mai sentito parlare di democrazia? Conoscerà questa parola?

Per non parlare di come è gestito il partito e la censura che c’è nel suo interno. Ormai ci sono tante pubblicazioni che ci raccontano il vero Grillo, ma, ancora non riesco a capire il consenso che ha.

Purtroppo le numerose smentite fatte da veri politici ad alcune esternazioni di Grillo, pare che come al solito, le capiscano solo chi sui libri, nella sua vita, ci ha trascorso qualche ora. E gli altri?

www.giovannacanzano.it

g.canzano@giovannacanzano.it

Giovanna Canzano – © – 2014

Giovanna Canzano © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento