Roma 2013: Un partito irregolare non può fermare un movimento di cittadini onesti

Deve dare molto fastidio al presidente del nostro municipio e al suo partito democratico la pura e semplice esposizione dei fatti, della realtà nella loro completezza. Essendo abituati a raccontare frottole non potrebbe essere altrimenti. Il presidente capace di spendere cifre importanti per la sua campagna elettorale per imbrattare i nostri quartieri di manifesti abusivi senza rispettare alcuna regola, incapace di indignarsi quando il suo partito evade canoni di affitto comunali mantenendo sedi di partito a spese dei cittadini, abile a fare il finto tonto quando, sempre il suo partito, occupa edifici municipali (Torre Capelvenere ad Acilia), a discapito della comunità, SI PERMETTE DI FAR REVOCARE CON METODI DA MEDIOEVO I PERMESSI DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO al nostro MoVimento che sempre è stato tra la gente e non ha sedi partito. Sono veramente dei dilettanti allo sbaraglio e un qualsiasi cittadino potrebbe fare meglio di loro. Consiglio al presidente di leggersi la C!
ostituzione cominciando dall'art. 21. Se crede di fermarci per così poco si sbaglia di grosso in quanto siamo più avanti di quanto lui possa pensare; direi che siamo oltre presidente. Il gazebo diventa in Movimento e con una piccola segnalazione alla questura il padrone autoritario lo farà da un'altra parte. Con il nostro Gazebo itinerante alle europee #Vinciamonoi presidente, perché siamo migliori e tu ne sei la prova.

Leggi e commenta:

Lascia un commento