E perche’ no, un candidato alla Presidenza della Repubblica, un Generale di Corpo d’Armata?

Dalla data del 24-25 febbraio 2013 ad oggi, sono trascorsi esattamente 50 giorni che i politici del Parlamento Italiano ed in particolare l’On. Pierluigi Bersani del Partito Democratico che dopo avere ottenuto dal Presidente della Repubblica il pre-incarico relativa la consultazione orientativa politica, all’interno ed all’esterno del Parlamento, poi ripresentandosi al Presidente della Repubblica, per riferire di non avere la maggioranza precostituita per un governo onde ottenere la fiducia al Parlamento.
Percepisco che gli addetti ai lavori politici, sostengono che il silenzio dell’ On. Bersani, equivale ad una vera perdita di tempo, ai danni di tutta la Nazione Italiana, ma ancora peggio l’avere insistito inutilmente per una possible coalizione di governo con il movimento 5 Stelle, ma ricevette un chiaro e secco no! Ed era piu’ che prevedibile tale risposta indirizzata al PD, perche’ Grillo, leader del pentastelle, l’ha sempre sostenuto che non era disponibile con i partiti tradizionali ed in particolare il PD ed il PDL! Ma Bersani respinse inequivocabilmente, e senza rendersene conto della gravita’ della situazione politica italiana, anche l’offerta dell’On. Silvio Berlusconi, leader del PDL.
In sintesi, Bersani con il suo personale metodo di pensare ed al tempo stesso prigioniero di preconcetti del tutto superati, ostinatamente rifiuta l’opportunita’ di coalizzarsi per formare un governo forte con Berlusconi? Evidentemente tale Bersani non tiene conto che il leader del PDL unito in coalizione con altre formazioni politiche, ed allo stesso tempo come puo’ sottovalutare colui che subi’ nel 2012 una caduta in verticale relativo il consenso popolare, con l’epilogo della sorprendente affermazione nell’ultima consultazione elettorale, tant’e’ che rappresenta un’elettorato piu’ o meno di 10.000.000 (diecimilioni di votanti), mi chiedo come l’On.Bersani puo’ negare la presenza politica del PDL, che rappresenta la forza pari alla sua?
Non si puo negare, che all’interno del PD non tutti sono allineati con il Segretario Nazionale del PD, e non credo ci siano da fare molti calcoli numerici o alcumie incluse, che c’e’ una reale sofferenza di condivisione poilitica all’interno del citato PD e da questa situazione l’immobilita’ politica che si e’ prolungata oltre ai limiti consentiti con il pericolo di altri gravissimi danni a tutta la societa’ civile italiana. Egregio Onorevole, non ci si puo’ presentare all’elezioni politiche all’insegna di tutelare il ‘ Bene Comune ” e poi esserene il primo trasgressore, perche’ non piu’ in grado di tutelare gli interessi dell’Italia e di tutti gli Italiani.
Questo stato di cose in un momento grave per la Nazione nostra, ogni preconcetto non potra’ mai avere alcuna giustificazione, quindi piaccia o non piaccia egr. On. Bersani, si decida ora e non alle calende greche, se davvero vuole ottenere il titolo di Presidente del Consiglio, accetti subito la collaborazione del PDL coalizzata con altre entita’ politiche, affiche’ l’Italia possa avere un governo, caso contrario nutro molti dubbi che possa avere altre opportunita’ dopo che sia partito l’autobus, della storia, perche’ l’Italia ha la necessita’ assoluta di avere un Governo forte, autoritario efficiente ed autorevole per essere pronto a trattare nell’ambito dell’Unione Europea.
Poi, iniziare a discutere seriamente come risolvere i molteplici problemi che gli Italiani attendono d’essere risolti, incluse le riforme necessarie all’Italia, affinche’ si possano ridurre le tasse, eliminare la contorta burocrazia e maggiore assistenza tecnica diplomatica agli industriali produzione manufatti ed articoli di vario genere per l’esportazione e piu’ leggi severe e protettive per le imprese piu’ impegnate nel mercato interno. Concludo che l’Italia deve essere piu’ competitiva, affinche’ possa riconquistare i mercati esteri oltre a fare crescere il mercato interno utile all’ economia italiana.
Dovere attendere l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica, perche’ la Nazione nostra possa avere un governo secondo il mio dodesto giudizio e davvero paradossale e non solo, ma percepisco che se le cose rimangono immobili come nel presente, le nuove elezioni sono alle porte e saranno moltro piu’ costose di quello che si crede di preventivare, poi chi le vincera’? Le rivincera’ il Centro-Destra e da quell momento sono convinto che l’Italia cambiera’ in meglio se adottera’ una politica piu’ sana, piu’ vicinaallgente e piu’ attenta alla vita di tutti i giorni e piu’ sostegno alle famiglie italiane ed a quelle piu’ povere, per fare tutto questo, il governo dovra’ essere piu’ efficente, affinche’ l’Italia, possa nuovemente rinascere e crescere.
Tutt’altra impalcatura per selezionare un possible candidato alla Presidenza della Repubblica e mi chiedo, come in questo momento cosi’ grave, con il vuoto politico e con una aggravata situazione di stallo, la politica italiana e’ incapace a formare una nuova compagine governativa?
Fra 2 giorni, ci saranno le elezioni parlamentari per il nuovo Presidente della Repubblica Italiana e chi sara’ il Presidente della Republica, capace di gestire il ruolo di super-partner, per rappresentare meglio l’Italia, la Patria nostra e gli interessi di tutti gli Italiani? Sono consapevole e convinto che ci sono ancora molti illustri personaggi italiani, onesti, giusti, professionalmente preparati e con un alto profilo culturale che vivono in Italia ed anche all’estero, la cosa piu’ logica e semplice da fare? Una approfondita ricerca presso le varie Universita’ Italiane ed il candidato che l’Italia vuole in questo triste momento, l’avra’ e certamente sara’ il migliore.
Egregi On.li, Deputati, Senatori e Grandi Elettori Italiani, c’e un detto: chi cerca trova! Perche’ no, poter salire al Colle, uno dei migliori Generali di Corpo d’Armata, che puo’ proteggere, vigilare e difendere il territotio, gli Italiani, le Istituzioni, il Parlamento Italiano, il Governo e l’Italia, la Patria nostra!
Boston, 16 aprile 2013
On. Michele Frattallone, president del Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo, Inc.

Lascia un commento