LETTERA DI UN ASPIRANTE CARABINIERE

Sono un ragazzo di Napoli e credo di parlare a nome di circa 3000 ragazzi che come me, hanno dedicato anima e corpo al concorso per l'arruolamento di 1886 allievi Carabinieri.
Con l'approvazione della Spending Review, nello specifico con il blocco del turn over al 20%, ci vediamo troncati, delusi, amareggiati…un anno intero dedicato ad un concorso, con sacrifici sudore e spese da affrontare. Giovani pronti a donare una vita a difendere la propria Patria, giovani che come me, avendo svolto servizio presso una Forza Armata, si sentono presi in giro ed abbandonati dallo stesso Stato che avremmo voluto difendere a costo della nostra stessa esistenza.
In questo anno abbiamo sostenuto prove di ogni genere e da 20.500 domande siamo rimasti circa 3.000; i posti a concorso erano 1.886 e invece si parla di assumere solamente 241 ragazzi. Io mi ritrovo ad essere idoneo e tra i primi 600 posti, eppure al momento sarei fuori.Vite stravolte di giovani vogliosi, preparati e selezionati, un futuro distrutto ed un sogno infranto. Un Paese non può
crescere senza una forza che lo difenda e senza giovani carichi di entusiasmo.
Non si può cercare di risparmiare sulle forze di Polizia e sulle forze Armate, non si può non garantire la sicurezza per i cittadini, sarebbe incentivare la criminalità!!!
Con il cuore in mano, chiedo a voi di aiutarci, di fare tutto ciò che è nelle vostre possibilità di rendere pubblico quello che sta per succedere a questi 3.000 ragazzi.

Vincenzo

Lascia un commento