LETTERA APERTA DI MELO CICALA PRESIDENTE DI -INSIEME PER GLI ITALIANI E LA RISPOSTA DI CASINI IN CALCE

All’on. Pierferdinando Casini

e, p. c.

al segretario UDC on. Lorenzo Cesa
al Presidente UDC on. Rocco Buttiglione
Via Dei Due macelli, 66
00187 ROMA

Roma, 6 agosto 2012

LETTERA APERTA

Esimio Presidente,

Le scrivo nella doppia veste di Presidente del COM.IT.ES di Washington e del movimento indipendente INSIEME per gli italiani centro e nord America per manifestare alcune doglianze provenienti delle nostre comunità.

Il suo carisma e la sua storia personale, Presidente, rappresentano per gli italiani anche per quanti non la voteranno mai per differenti posizioni ideologiche, un esempio di equilibrio e moderazione da emulare indispensabili affinché il meccanismo democratico funzioni a dovere.

Nelle sue file Lei ha cooptato l’on. Ricardo Merlo ed a lui ha affidato la circoscrizione estero per l’UDC. Egli nomina parossisticamente, in giro per il mondo coordinatori non all’altezza del mandato ma ciò che è ancor più grave, trasmette un messaggio negativo alle nostre comunità giustificando che il suo 73% di assenze in Parlamento sia dovuto al fatto che in quei luoghi inutili si perda solo tempo.

La bislacca posizione dell’on. Merlo, avvinta in una smania di onnipotenza e di sbandierata indipendenza anche dall’UDC del quale sembra strumentalizzare il blasone, oggi appare senza argini.

L’aver bollato il Parlamento come luogo inutile dove si perde del tempo prezioso, riconoscerà, sia assai imprudente. Viviamo tempi in cui il proliferare dell’antipolitica provoca sfiducia nelle istituzioni, questo atteggiamento stride con la Sua personale sinossi che brilla invece per qualità e reputazione.

Ella è stato emerito Presidente della Camera dei Deputati per una intera legislatura onorando al massimo quel mandato ed è papabile, glielo auguriamo, alla Presidenza della Repubblica, capirà le nostre preoccupazioni che danneggiano tutti in blocco.

La nostra gente, di ogni schieramento politico, sentendo per bocca di un deputato della Repubblica Italiana eletto all’estero questi assunti, sfocia nel disinteresse e nella dequalificazione spicciola della politica e di chi la rappresenta con una disinvoltura impressionante.

Per questi motivi mi rivolgo a Lei quale tramite delle lamentele delle quali mi faccio carico quotidianamente affinché con la sua voce autorevole intervenga a ripristinare, così, in termini consoni al mandato parlamentare, l’importanza delle funzioni ad esso strettamente connesse.

Con stima
Melo Cicala
Washington, D.C.
595 THIRD ST., N.W.20001

La risposta del Presidente Casini

Signor Cicala,

l'On. Casini mi prega di inoltrarle il seguente messaggio:

Gentile signor Cicala,

lei continui ad occuparsi del suo partito. Io, col suo permesso, mi occupo del mio.

Pierferdinando Casini

P.S. Comunque per ringraziarla del suo tentativo le farò inviare un libro con la favola “La volpe e l'uva”.

Lascia un commento