Baseball: Mondiale Under 12 e World Children Baseball Fair

Con 2 vittorie sui 5 incontri della prima fase (14-4 all'Indonesia e 13-4 alle Filippine) l' Italia si è piazzata ottava (su 13 partecipanti) nel primo Mondiale Under 12 di baseball, che si è appena concluso a Taipei, capitale della Repubblica di Cina. La nazionale Ragazzi allenata dal veronese Stefano Burato, impegnata in un torneo di altissimo livello e non aiutata da un regolamento in parte diverso da quello della categoria in Europa (una maggiore distanza tra le basi e dalla pedana di lancio a casa base), ha anche sfiorato l'impresa nella partita per il settimo posto con la Corea, persa 7-6 dopo una rimonta dal 3-6 al 6-6.
I padroni di casa di Cina Taipei si sono aggiudicati il titolo battendo (3-2) Cuba in finale. Terzo si è piazzato il Venezuela, quarto il Messico, quinto il Giappone e sesto il Brasile.

L'Italia parteciperà (dal 27 luglio al 4 agosto) anche al World Children Baseball Fair. Nato da un'idea di Hank Aaron e Sadaharu Oh, allora i re del fuoricampo in USA (superato poi da Barry Bonds) e Giappone (tutt'ora inavvicinabile), nel 1990, l'evento è giunto alla sua 21esima edizione e si tiene per la prima volta in Cina Taipei, nella città di Kaohsiung. Alla Fair, che coinvolge 19 paesi e ha lo scopo di favorire lo scambio culturale tra bambini (di 10 e 11 anni) di popoli diversi, parteciperanno 2 atleti siciliani (Alessandro Botta e Matteo Perciato dei Warriors Paternò) 2 atleti sardi (Domenico Caparrotti e Juan Carlos Schoch) e il milanese Federico Garavaglia. Li accompagnerà il tecnico Alessandro Rosacolombo.

Riccardo Schiroli
FIBS Communication manager

Lascia un commento