On. Antonio Razzi (IdV). Berlusconi facesse il concorso in magistratura dal momento che i magistrati, a suo dire, hanno un potere senza limiti

Piano di rilancio dell’Italia dei Valori ne mondo

Roma 10 settembre 2010. A proposito delle dichiarazioni del premier Berlusconi a Mosca dove, tra le altre, lamenta “un potere senza limiti dei magistrati”, l’on. Razzi ha commentato: «facesse il concorso in magistratura se invidia così tanto il potere senza limiti dei magistrati, considerando che ha dichiarato di vivere 150 anni, – ha continuato il deputato eletto all’estero – il cavaliere avrebbe un’altra vita davanti a sé e se il Presidente Antonio Di Pietro sarà altrettanto longevo, potrebbe sperare anche di processarlo per vendetta un giorno – ha chiuso-».

Lascia un commento