SI POSSONO ABOLIRE LE CIRCOSCRIZIONI ESTERE MA NON IL DIRITTO AL VOTO

-Compensare l’abolizione del voto all’estero con l’istituzione di un organismo presso la Farnesina che coordini i rapporti con i Comites. Questo e’ l’intento dell’onorevole Massimo Calearo Ciman (Alleanza per l’Italia – Misto) che ha presentato una proposta di legge – “Introduzione dell'articolo 1-bis della legge 23 ottobre 2003, n. 286, concernente l'attribuzione al ministro degli affari esteri della competenza per il coordinamento dei rapporti con i Comitati degli italiani all'estero”. Perfettamente in armonia con l’On. Ciman, dopotutto e’ uno dei quei quesiti , presenti anche nella nostra proposta di riforma dei Comites’ ed un ponte diretto con la Farnesina e’ proprio quello che mancava, pero’ questo non basta, occorre, istituire una Commissione o Comitato di monitoraggio dei Comites all’interno del ministero, sanzionando con dei richiami i Comitati dormenti o poco efficienti, dopo il terzo richiamo prevederne la chiusura. Questo fino adesso siamo stati gli unici a sostenerlo!. Occorre inoltre eleggere I presidenti direttamente e spostare le sedi dei Comitati nei Consolati, a diretto contatto con I cittadini. Detto cio’ si possono abolire le Circoscrizioni Estere ( art.Cost. 56/57) ma non il diritto al voto. “.Compensare l’abolizione del voto all’estero con l’istituzione di un organismo presso la Farnesina che coordini i rapporti con i Comites” Siamo sicuri che il Ciman conosce bene la nostra Costituzione o ha letto quella che gli ha prestato Silvio Berlusconi?. Nel suo DDl composto da due articoli, non si parla di abolire il voto all’estero (art.Cost.48), bensi’ una parte della Legge Tremaglia, era quasi ora e’ una vta che sto dicendo che le Circoscrizioni Estere erano incostituzionali, perche’ non rappresentative.

1. All'articolo 56 della Costituzione sono apportate le seguenti modificazioni: a) al secondo comma, le parole: “, dodici dei quali eletti nella circoscrizione Estero” sono soppresse; n b) al quarto comma, le parole: “, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero,” sono soppresse.
. 2.1. All'articolo 57 della Costituzione sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo comma, le parole: “, salvi i seggi assegnati alla circoscrizione Estero” sono soppresse; b) al secondo comma, le parole: “, sei dei quali eletti nella circoscrizione Estero” sono soppresse; c) al quarto comma, le parole: “, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero” sono soppresse”.

Come si vede il voto per corrispondenza resta, il poblema e’ una altro, anzi due (1) Intorno alla Circoscrizioni Estere si sono create una miriade di altre poltrone e poltroncine e scollare I lor signori, occorre molta acqua bollente. (2) Il voto all’estero dopo l’ abolizione delle Circoscrizioni, non puo’ che migliorare, migliorare il sistema di spedizioni del plichi garandendone la segretezza ( e ne abbiamo gia’ ampliamente parlato, possiamo essere consultati). Istituire un registro elettorale aggiornato ad ogni elezione. Cont….

Lascia un commento