La Danesi Nettuno ha firmato la seconda vittoria del fine settimana imponendosi (5-1) ai Catania Warriors

La Danesi Nettuno ha firmato la seconda vittoria del fine settimana imponendosi (5-1) ai Catania Warriors al termine di un bel duello di lanciatori giocatosi in un pomeriggio finalmente caratterizzato da un sole degno della tarda primavera. Il parziale è forse troppo severo per i Warriors, puniti oltre misura da un brutto ingresso in partita al nono di Franklyn Torres (2 strike out, ma anche 2 valide e 2 basi).
Come accennato, i protagonisti sono stati i lanciatori partenti. Sul monte del Nettuno Marc La Macchia (3 valide e 2 basi con 3 strike out in 6 riprese) ha gestito la situazione con autorità, mostrando una palla veloce superiore alla media e un controllo convincente dello slider. Su quello dei siciliani Yintema (che aveva dato la prima vittoria stagionale ai Warriors proprio all'andata contro Nettuno) ha subito 9 valide in 8 riprese, ma 3 di queste sono arrivate proprio all'ottavo, quando il dominicano di passaporto olandese aveva evidentemente esaurito le energie. Come La Macchia, anche il partente dei siciliani ha lavorato prevalentemente di dritta e slider.
Dopo che Nettuno ha portato l'uomo in posizione punto sia al primo (singoli in sequenza di Schiavetti e Connell) che al secondo attacco (doppio di Ambrosino, poi in terza su lancio pazzo), è stata dei padroni di casa l'occasione più importante. Al quinto, con 2 out, Olmo Rosario ha colpito un doppio. Cabrera lo ha seguito con un buon contatto, ma la sua linea si è spenta nel guanto dell'interbase del Nettuno Alexander.
Al cambio campo è arrivato il punto del vantaggio ospite. A segnarlo è stato Peppe Mazzanti, autore di un profondo doppio tra esterno sinistro ed esterno centro e a segno quando la battuta di Parisi si è infilata beffarda sotto le gambe del prima base siciliano Rosacolombo.
A questo punto la Danesi ha legittimato il vantaggio, pur non riuscendo a sviluppare completamente il baseball chiesto dal manager Faraone. Al settimo Nettuno non è riuscito a far avanzare Ambrosino (in base per ball) con un bunt. L'esterno destro ha toccato il cuscino di terza sul doppio di Schiavetti ma, dopo la base intenzionale a Connell, la ripresa si è chiusa sulla battuta in diamante di Mazzanti.
Perez ha po aperto l'ottavo attacco ospite con un fuoricampo che ha centrato il palo dell'illuminazione dietro la recinzione a sinistra. A questo punto la gara sembrava in mano al Nettuno, che ha proseguito con un singolo di Parisi. Il catcher però si è fatto eliminare in terza sul batti e corri, per altro ben eseguito da Renato Imperiali.
I punti della sicurezza della Danesi sono comunque arrivati al nono contro Torres.
Leal ha salvato la vittoria di La Macchia lanciando le ultime 3 riprese e concedendo ai padroni di casa il punto della bandiera al nono sul singolo del pinch hitter Medoro .

IL TABELLINO
La classifica aggiornata

T&A San Marino 736 (14 vittorie-5 sconfitte); Telemarket Rimini 714 (15-6); UGF Bologna 681 (15-7); Cariparma 666 (14-7); Montepaschi Grosseto 550 (11-9); Danesi 524 (11-10); De Angelis Godo e Warriors 091 (2-20)

Riccardo Schiroli
FIBS Communication manager
+39 335 7819122; fax +39 02 700522425

Lascia un commento