Sgombero Laboratorio Zeta Palermo: Rosario Crocetta (PD) “distanza di alcune istituzioni palermitane da obiettivi di rilevanza pubblica e sociale”

On. Rosario Crocetta
Deputato al Parlamento Europeo

Sgombero Laboratorio Zeta Palermo: Rosario Crocetta (PD) “distanza di alcune istituzioni palermitane da obiettivi di rilevanza pubblica e sociale”.

“La notizia dello sfratto da parte dell’istituto case popolari di Palermo di un’associazione di giovani volontari che si occupano dei problemi degli immigrati è di inaudita gravità”. Lo dichiara Rosario Crocetta, eurodeputato del Partito Democratico, commentando la notizia dello sgombero del Laboratorio Zeta di Palermo.
“In un Paese dove si assiste, com’è avvenuto a Rosarno, a episodi gravi di intolleranza e si fa un gran parlare di cultura dell’integrazione, di dialogo, di prevenzione sociale, togliere la una struttura ad un’associazione ONLUS per attribuirla ad un privato, fa emergere la distanza di alcune istituzioni palermitane nei confronti di tutto ciò che ha rilevanza sociale e pubblica. Mi auguro – continua Crocetta – che l’istituto Case popolari e il Comune di Palermo, sappiano immediatamente trovare una soluzione per permettere al Laboratorio Zeta di operare a favore delle comunità degli immigrati con la coscienza che gli interventi verso tali fasce della popolazione, – conclude l’eurodeputato – si traducono in un benessere collettivo e che rendono più tranquilla la vita della città e il confronto tra i cittadini palermitani e i migranti”.

Lascia un commento