Nella sua ultima seduta, il Governo grigionese ha deciso che interverrà  anche in futuro a favore del mantenimento dell’Agenzia consolare d’Italia di Coira

Nella sua ultima seduta, il Governo grigionese ha deciso che interverrà anche in futuro a favore del mantenimento dell'Agenzia consolare d'Italia di Coira e ha risposto a una relativa petizione.

Il Governo si oppone alla chiusura dell'Agenzia consolare d'Italia di Coira

Nei limiti delle proprie possibilità, il Governo interverrà anche in futuro a favore del mantenimento dell'Agenzia consolare d'Italia di Coira. È quanto scrive nella sua risposta a una petizione contro la chiusura dell'Agenzia consolare inoltrata il 28 dicembre 2009 dal Comitato “Pro Agenzia consolare”, in cui si chiedeva al Governo di intervenire a favore del mantenimento della sede.
Secondo il Governo, l'Agenzia consolare di Coira è di grande importanza sia per i cittadini italiani, sia per il Cantone dei Grigioni. Nel Cantone dei Grigioni al momento vivono circa 11'200 cittadini italiani. Il Governo si rammarica per la prevista chiusura. Già all'inizio di settembre 2009 è intervenuto con una lettera presso il Ministero degli Affari Esteri italiano a favore del mantenimento chiedendo alle autorità italiane di valutare delle alternative alla prevista chiusura. Il Governo grigionese ha inoltre pregato il Dipartimento federale degli affari esteri di inserire il tema della riorganizzazione della rete consolare italiana nel dialogo Svizzera – Italia relativo alla collaborazione transfrontaliera previsto per gennaio 2010.

Vi saluto cordialmente

Claudia Catricalà

Comitato Pro Agenzia Consolare Coira

Lascia un commento