Grande, grandissimo successo per l’artista mantovana Ornella Fiorini

Grande, grandissimo successo per l'artista mantovana Ornella Fiorini per la
sua esibizione di sabato sera 7 novembre al Teatro degli Arcimboldi a
Milano.
Cantautrice nel dialetto di Ostiglia per meriti artistici ha affiancato sul
prestigioso palcoscenico grandi nomi della musica italiana, uniti insieme a
celebrare l'appartenenza al territorio. Questo è infatti il senso del
Festival Id&m Identità e Musica, fortemente voluto da Massimo Zanello,
assessore alle Culture, Identità, Autonomie della Lombardia.
Un grande concerto e musica di altissimo livello che ha regalato forti
emozioni agli spettatori, che giunti da ogni dove, in 2650 hanno fatto
realizzare il soldout al Teatro.
Hanno aperto i Sulutumana, gruppo che arriva dal lago di Como con un
repertorio di musicalità etnica che prende spunto da diversi generi. A
seguire Ornella accompagnata al pianoforte dal suo produttore ed
arrangiatore Lele Barlera ed alla chitarra da Egidio Freddi ha interpretato
i brani “30 chili ad ris in dal sachét”, che riporta alla memoria la
sofferenza e i sogni delle mondine di un tempo e “Nef e pan”, toccante
storia che ha coinvolto l'intero pubblico in un atmosfera vibrante ed
intimistica.
Sul palco poi Andrea Mirò che si è fatta interprete della canzone popolare
piemontese, e a seguire Simone Cristicchi con il coro dei Minatori di Santa
Flora per un repertorio legato alle canzoni tradizionali del Monte Amiata. I
Tazenda hanno poi portato la loro testimonianza legata alla musicalità della
Sardegna. Ha chiuso la serata Francesco De Gregori, che con chitarra e
armonica ha esaltato il pubblico. Grande merito per il successo della serata
va a Davide Van De Sfroos, direttore artistico della manifestazione.
Il festival Id&m è stato una significativa tappa del percorso artistico di
Ornella che si sta arricchendo di importanti appuntamenti, riconoscimenti
prestigiosi e progetti futuri ambiziosi: è appena stato pubblicato in
collaborazione con Progetti e Dintorni Edizioni Musicali e l'Associazione
Mantovani nel Mondo il librocd “FIÜMA” e sta già prendendo forma un nuovo
progetto multimediale sul tema dell'emigrazione.
“Il 15 ottobre scorso, al Teatro Dal Verme, ho vissuto l'emozione e la gioia
di essere riuscita a far conoscere, con il linguaggio semplice della verità,
uno spaccato del mio mondo dialettale, altrimenti
dimenticato dalla memoria. Grazie alla commissione artistica, che ha colto
questa “verità”, avrò modo di ricantare al Teatro Degli Arcinboldi, insieme
a grandi artisti, i luoghi e le storie che hanno fatto (anche) la mia
storia. Grazie all'organizzazione del Festival Id&m, che attraverso questa
manifestazione, ha voluto restituire dignità ai dialetti lombardi, e a
quello che in quel 'mondo' vi era contenuto. Penso che un albero senza
radici non possa sorreggersi, né crescere, né dare frutto.”
(Ornella Fiorini)

Lascia un commento