REALISMO ITALIANO

Esiste ancora nella società italiana il realismo ? Quella qualità che era somma presso gli antichi Romani ?
Nel Paese dei clans, delle cordate, si é capaci di analisi obiettiva, di fronte ad un problema politico-sociale ?

Si tratta, sembra, di due interrogativi chiave. Per trovare la risposta a tali quesiti, la cosa più semplice sembra: listare alcuni esempi di problemi sociali irrisolti, per cui si cerca, bene o male, la soluzione.

Un popolo maturo e responsabile, che abbia un problema sociale cosi grosso, come il degrado socio-economico dello Stivale a inizio secolo, fa una riflessione, un’ analisi per scovare le cause primarie della deriva. Poi adotta, con urgenza, le misure correttive necessarie.

Cosi si é fatto in Italia ? Tante, tante chiacchiere fatue…Si discute, infatti, piuttosto dello scudetto, dello spettacolo di Celentano, di destra, di sinistra e di centro (senza precisare cosa si intende con tale termini). Un’ analisi seria delle cause del calo di competitività deve ancora essere iniziata.., almeno credo.

Le evoluzioni sociali italiane dell’ ultimo trentennio, nel periodo della globalizzazione, hanno mostrato:
– difficoltà nella gestione del Paese.
– difficoltà di gestione in due grosse strutture: il Paese, la Giustizia, l’Alitalia.

La valutazione di un emigrato indica:

– la sparizione nella società di quegli strumenti che sono necessari alla gestione di un macrosistema;
– la cronaca di tutti i giorni mostra esempi di gestione ove l’ attenzione, la cura, l’ impegno del buon padre di famiglia sono …. assenti.
– della qualità degradata delle gestioni italiane si parla poco , molto poco. Li si considerano fatti isolati. Come se fosse cosa normale. Ove invece bisognerebbe indagare sulle cause.

E’ il Realismo italiano ……

La società italiana ha accumulato, negli ultimi anni, molti primati europei:

– quello del numero di giorni di sciopero in un anno;
– quello del numero di governi in trenta anni;
– quello del numero di problemi sociali di cui si parla, si parla ….. e si continua a parlare;
– quello della diffusione della corruzione nelle istituzioni….

Quest’ ultimo primato é importante. Si sa infatti che la corruzione, se diffusa, é un forte ostacolo allo sviluppo economico. Ora, di strategie e strumenti per combattere e debellare la corruzione diffusa, non si parla….. Realismo Italiano.

Nella U.E., un Paese ove l’ applicazione della legge dipende dalla fortuna (o dalla conoscenza) del cittadino, ove la costituzione non é, da lungo tempo, completamente applicata, ove il sistema di gestione é l’ oligarchia. Tale Paese viene definito spesso, dai suoi cittadini, una democrazia….. Realismo Italiano.

Saranno mai gli Italiani, come son divenuti, con qualche difficoltà nella distinzione fra le parole e i fatti, capaci di realizzare una vera democrazia ?

L’ Espatriato
Antonio Greco
angrema@wanadoo.fr

P.S. Un' ipotesi: se buttassimo via il doppio linguaggio, il furbismo, l' ipocrisia e qualche altra abitudine, diffusi in campo sociale, forse….. il realismo potrebbe rinascere…..

Lascia un commento