"SU TAX CREDIT E’ MARCIA INDIETRO, ENTUSIASMI DEL PDL RIDICOLI"

vicepresidente commissione Cultura

Gli entusiasmi degli esponenti del Pdl, a iniziare dagli onorevoli Carlucci e Barbareschi, per la reintroduzione della tax credit ha del paradossale e sfiora il ridicolo. Nei fatti il governo è stato infatti costretto a una brusca marcia indietro dopo che tutto il mondo del cinema e l'opposizione hanno protestato contro una misura che strangolava la nostra industria culturale. E' dovuta perfino arrivare la determinata minaccia di ritirare tutti i film italiani dai festival internazionali perchè il governo prendesse, saggiamente, la decisione di presentare un emendamento che cancellava la sciaguratezza del testo originario.
“Tutto è bene quel che finisce bene”, recita il noto motto di una sigla di cartoon, ma in questo caso non è del tutto vero. La cifra che il governo ha reintegrato è, infatti, più bassa rispetto a quella finanziata dal precedente governo. Comunque siamo di fronte ad una manovra che va ad intaccare le risorse per il cinema italiano. E' bene che gli entusiasti del Pdl lo sappiano per evitare di presentarsi trionfanti a qualche convegno e trovare ben altri umori.

Lascia un commento