Annunciati vincitori e menzioni speciali del Piazza Grande Religion Journalism Award

 

 

Premio organizzato da

Fondazione per le Scienze religiose e

International Association of Religion Journalists

 

La Fondazione per le Scienze religiose (Fscire) e l’International Association of Religion Journalists (IARJ) annunciano che il primo Piazza Grande Religion Journalism Award è stato conferito a Federica Tourn. La giornalista italiana ha partecipato al contest con Dio dietro le sbarre, il suo potente reportage sulla discriminazione religiosa nelle carceri italiane pubblicato su «Jesus» nel luglio del 2019.

 

La giuria ha, inoltre, assegnato tre menzioni speciali: al giornalista austriaco Gerald Drißner per Kolossale Ambitionen einer kleinen Stadt (Le colossali ambizioni di una piccola città, pubblicato su CREDO), a László Szőcs, ungherese, per Megtalált jegygyűrű (Un anello nuziale recuperato, pubblicato su Magyar Nemzet) e all’italiana Chiara Zappa per Papa Francesco ad Abu Dhabi: La Chiesa in terra araba, pubblicato su «Avvenire».

 

Lanciato durante la conferenza annuale della European Academy of Religion 2019, organizzato da IARJ con il sostegno di Fscire, il Piazza Grande Religion Journalism Award nasce per valorizzare il lavoro di giornalisti che si occupano di fede, religione e spiritualità. In occasione di questa prima edizione sono pervenuti oltre settanta contributi di professionisti, che pubblicano regolarmente in Europa e nei paesi del bacino del Mediterraneo.

 

La giuria del premio è composta da Endy Bayuni (Indonesia), Irene Hernández Velasco (Spagna), Alberto Melloni (Italia), Fariba Pajooh (Iran), Barış Soydan (Turchia), Peggy Fletcher Stack (Stati Uniti) e Douglas Todd (Canada).

 

Per maggiori informazioni

https://www.theiarj.org/blog/2020/06/22/winner-and-special-mentions-announced-for-the-first-

Lascia un commento