Come si sono evoluti le relazioni e gli appuntamenti durante il lockdown?

Anche chi è in coppia ha scaricato app di dating (42%), un terzo degli intervistati ha ricontattato una vecchia fiamma e il 50% dei single ha riacceso la passione con l’ex, mentre il 27% dei single ha avuto almeno un appuntamento virtuale.

Con il lockdown è cresciuto il bisogno di intimità e di relazione con le persone. LELO, brand leader nel settore dei sex toy, ha condotto un sondaggio insieme a OnePoll per scoprire come si stanno comportando e si sono comportate le persone in questo ultimo periodo, intervistando in particolare il pubblico americano: 1.000 intervistati single e 1.000 intervistati in coppia.

Il 42% degli intervistati che vivono una relazione ma hanno vissuto il lockdown lontano dal partner, ha scaricato un’app di appuntamenti dall’inizio della quarantena. È interessante invece notare come il 52% di chi ha vissuto la quarantena con il proprio partner si sia comunque iscritto a siti di incontri.

Parlando invece di ex, un terzo degli intervistati che vivono una relazione ha contattato una vecchia fiamma nell’ultimo periodo e il 37% dei single ha dichiarato di aver provato a ricontattare un ex.

Quali sono i metodi più utilizzati? Sicuramente i social media: Facebook (scelto dal 61%), seguito da Whatsapp (48%), Twitter (47%) e chiamate al cellulare (46%).

Mentre Instagram è stato utilizzato per spiare i profili degli ex e mandare messaggi in privato secondo il 40% delle persone in coppia.

Il sondaggio ha inoltre rivelato anche che ricontattare un amore passato, può portare a ricascarci: circa il 50% dei single intervistati infatti ha dichiarato di aver riacceso la passione con l’ex.

Per chi ha già una relazione e decide di ricontattare un ex le ragioni possono essere quelle di riappacificarsi, mentre il 54% dichiara di aver ricominciato a provare sentimenti.

Con tutto questo riavvicinamento a vecchie fiamme, non c’è quindi da stupirsi se i due terzi di tutti gli intervistati hanno dichiarato di essersi sentiti più soli durante la quarantena.

Il 67% ha dichiarato di aver sentito più bisogno del solito di contatto fisico durante la quarantena.

Il desiderio è così alto che alcuni hanno anche preso in considerazione la possibilità di abbassare i propri standard: 6 su 10 hanno infatti dichiarato che inizierebbero una conoscenza anche con chi non è il cosiddetto “loro tipo”.

“È naturale che le persone sentano la mancanza dell’intimità e del contatto che c’era prima del lockdown. L’effetto che ha avuto sulla nostra società e vita sociale è sicuramente quello più evidente. LELO ha visto crescere le vendite di sex toys del 185% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e ha perfettamente senso: passando molto più tempo da soli, lontano da chi amiamo, le persone hanno sempre più bisogno di concentrarsi su ciò che possono controllare e sul proprio benessere e piacere” – ha dichiarato Luka Matutinovic, Global Marketing Director di LELO.

Circa il 27% dei single ha avuto un appuntamento virtuale dall’inizio della pandemia. In media le persone pensano che proporre un appuntamento virtuale è accettabile già tre giorni dopo il primo contatto. Tre su quattro pensano invece che gli appuntamenti virtuali vadano bene per conoscere nuove persone e interagire a livello umano ma sia più bello incontrarsi dal vivo.

“In questo ultimo periodo in molti si sono concentrati su se stessi, esplorando i propri corpi e i propri bisogni sessuali. Forse alla fine di questo periodo saremo tutti più a nostro agio con noi stessi e parleremo in modo più aperto dell’importanza del benessere sessuale.” – ha aggiunto Matutinovic.

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>>

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/

Lascia un commento