Nissoli (FI): Per far ripartire l’Italia si tenga conto delle realtà presenti all’estero come le Camere di Commercio!

(23 aprile 2020) – “In un momento di crisi come questo e’ necessario pensare la fase 2, che dovrebbe essere di ripresa, includendo nelle politiche economiche nazionali quelle realtà che operano all’estero favorendo il Made in Italy. In questo contesto sono fondamentali i cittadini italiani residenti all’estero e le forme associative che essi hanno promosso, oltre che le rappresentanze locali costituite dai Comites.

Inoltre, sono di particolare rilevanza le Camere di Commercio Italiane all’estero, un punto di riferimento essenziale per la reale internazionalizzazione delle imprese.

Esse, infatti, sono radicate sul territorio estero, spesso da molto tempo, e sono in contatto con gli operatori di ogni singolo settore che si trovano sul territorio, oltre ad avere un quadro chiaro del mercato locale.

Per tale ragione chiedo al Governo di inserire l’associazionismo italiano all’estero ed in particolare le Camere di Commercio Italiane all’estero negli interventi a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese italiane previsti per la fase 2 della gestione della crisi!

Sono convinta che facendo sinergia possiamo aiutare meglio l’Italia a ripartire e noi italiani all’estero che amiamo fortemente la nostra Madrepatria siamo pronti a dare il nostro contributo ma chiediamo di essere messi in condizioni di farlo!”.

Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, eletta nella Circoscrizione Estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Lascia un commento