Le condoglianze di Maryam Rajavi alle vittime dell’alluvione e il suo appello ai giovani per soccorrere autonomamente gli alluvionati

La signora Maryam Rajavi, presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha espresso le sue più sentite condoglianze e solidarietà ai familiari delle vittime delle alluvioni in molte regione dell’Iran, in particolare a Shiraz augurando una pronta guarigione ai feriti. Rajavi ha lanciato un appello ai valorosi giovani in tutto il paese a soccorre gli alluvionati nelle regioni Fars, Lorestan, Sistan e Belucistan, Esfahan, Bushehr, Ilam, Qom, Kermanshah, Golestan e altre parte del Paese e ha detto che mentre Khamenei e Rouhani e altri mullà e criminali capi del regime pensano alla sopravvivenza della nefasta dittatura religiosa soccorrere autonomamente gli alluvionati è un urgente dovere patriottico.

La presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana ha aggiunto che la dittatura religiosa in Iran e i suoi capi corrotti e il Corpo dei pasdaran distruggendo l’ambiente hanno intensificato la forza distruttiva dell’alluvione e dall’altra parte spendendo il danaro pubblico nella repressione o nell’esportazione del terrorismo e nella politica guerrafondaia e nei progetti antinazionali per produrre i missili e le armi nucleari hanno causato la devastazione delle città e dei villaggi e la mancanza di infrastruttura ha lasciato la popolazione in balia delle calamità naturali come terremoti o alluvioni, con migliaia di vittime, maggiori dagli standard mondiali.

Nella situazione critica ogni paese pensa tempestivamente a soccorrere le vittime, ma nel regime dei mullà la priorità dei pasdaran ed altri organi di repressione è evitare le azioni di protesta contro il criminale regime.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

25 marzo 2019

Lascia un commento