PARLARE DEI MASSIMI SISTEMI CON….MINIMI CERVELLI E’ COSA IMPRODUTTIVA !!!

L’argomento sui “sistemi” è stato trattato già 5-6 secoli fa in maniera tale da mettere in imbarazzo persino la Chiesa più protesa allora a difendere l’ignoranza dei popoli rispetto alla scienza che vedeva contrapposte le teorie eliocentriche copernicane di Galileo Galilei con quelle geocentriche di Aristotele. Ma se allora c’era un obiettivo ben preciso nell’interesse della conoscenza e del sapere, realtà che, ad un certo punto, hanno fatto fare marcia indietro anche alla Chiesa, oggi come oggi, invece, non ci sono al mondo ne i Galilei né gli Aristotele, ma semplicemente delle “mezze maniche” , alias esponenti della politica contemporanea che non sanno nemmeno slacciarsi le scarpe…fatte salve le rarissime eccezioni.

Argomentare oggi con buona e sincera volontà di questo, significa perdere il fiato e ricevere di ritorno una sorta di mortificazione dell’anima, stante l’andazzo, ormai privo di controllo sia nei paesi retti da dittature che da quelli che si professano altamente democratici. Gli esempi li abbiamo in casa nostra e presso i nostri cugini francesi confinanti…

Il momento è tragico anche se ci sforziamo di non immaginare cosa potrebbe presentarci il prossimo futuro non solo in termini di clima atmosferico, ma anche di clima socio-politico, atteso che, come ripeto ormai da qualche anno, pare che anche la democrazia abbia fatto il suo tempo. D’accordo, non c’è nulla di meglio rispetto alla democrazia, per cui è assolutamente necessario camminare sulla strada della libertà. Domanda : “Ma che dire se il termine democrazia, ha cambiato in toto il suo significato, arrogandosi il concetto secondo il quale, in nome di una pseudo-libertà, si possono fare tutti i “nostri porci comodi” alla faccia del rispetto delle regole della convivenza etico-sociale ?“ Circostanza quest’ultima che permette al potente di lambire “democraticamente” quanto dicono le leggi al fine di calpestare gli altri che versano in condizioni di precarietà e disagio ? E non certamente tutto e sempre per colpa loro ?

Si provi solo ad immaginare se il mondo futuro potrà mai continuare ad essere gestito dagli USA, dalle Coree, dalla Cina, dall’Africa, Russia, ma anche dalla stessa nostra UE, in maniera tranquilla, come l’essere umano vorrebbe ? Se si è convinti di questo, significa essere ottusi e folli all’ennesima potenza !

Ed allora, che fare ?

Non a caso prima ho scomodato, da sprovveduto, Aristotele, Galileo, la teoria copernicana ecc.ecc., in quanto, a mio modo di vedere le cose, oggi il mondo non regge più su parametri su cui è rimasto in piedi fino a pochi decenni fa ed ha urgente bisogno di una rivoluzione potente come quella copernicana, capace di mettere l’uomo di fronte alla dicotomia: vita o morte !

Questo è il problema che deve essere risolto al più presto, in quanto l’attuale andazzo planetario tende a sovvertire la filosofia naturale sulla base di un disordine in continuo e graduale itinere che finirà per sconquassare il cielo e la terra, nel cui contenuto c’è dentro l’essere umano !

Una terapia d’urto per fronteggiare la situazione non esiste in quanto, come detto dianzi, le redini del mondo vengono tirate da gente che, ciascuna per conto proprio, cerca di egemonizzare la propria potenza politico-economica a danno della potenza limitrofa, con conseguenze che avranno dei riverberi negativissimi a breve. A meno che, in politica, non si presenti una rivoluzione…universale in nome della vita! Ad opera delle nuove generazioni che io appoggerò fino alla morte !

Guardiamo le cose di casa nostra. La politica italiana infatti è diventata un coacervo di ogni tipo di nausea. L’ignoranza la fa da padrona assoluta, i nostri politici non sanno distinguere fra l’acqua calda e quella fredda al punto da far precipitare ulteriormente il paese, già gravemente compromesso dai governi degli ultimi venti anni. Adesso si presenta l’occasione della cosiddetta “Via della Seta” cinese ed i nostri politici si mettono a studiare il…sesso degli angeli, senza tener conto che questa, per certi versi fortunosa potenzialità, potrebbe risolvere i problemi del paese, purché si sappia imbastire un dialogo fra persone fidate e serie e non da parte degli imbecilli di turno. Ciò farebbe bene anche alla Cina stessa che sarebbe costretta, con l’andare dei tempi, a cambiare le stesse regole dei mercati… ed al nostro PIL e debito pubblico !

D’accordo, la Cina è diversa da noi, ma in questo paese comunista in cui non esiste la vera economia di mercato, tutti i cinesi stanno bene, tant’è che, in questo particolare momento della politica italiana e non, mi verrebbe da sospettare che la tanto conclamata democrazia sia diventata oggi solo e soltanto un pretesto per mariuoli, ove restano in piedi solo coloro che la sparano più grossa.

E questo vale anche per l’Unione Europea che io ho battezzato il cimitero degli elefanti, i quali, defenestrati in patria, hanno trovato un altro covo… con i risultati che vediamo, fatte salve alcune eccezioni, sebben pochissime !

Arnaldo De Porti, Feltre

Lascia un commento