Margherita Corrado (M5S Senato)

Sollecitata da cittadini che hanno a cuore i beni storico-artistici di Fuscaldo, un paio di giorni fa ho inviato una richiesta di accesso agli atti all’Ufficio Tecnico del Comune, per chiedere copia dell’ultimo progetto di restauro della chiesa del Convento di San Francesco di Paola, complesso risalente al XVI secolo che da circa un secolo è gestito dalla Congregazione dei Padri Passionisti. Importanti lavori di restauro e consolidamento statico dell’edificio di culto furono appaltati già nel 1990, per 148 milioni di lire, ma perdurando e aggravandosi le lesioni nei muri e nei pavimenti a causa dei moti franosi in atto, dopo l’esecuzione di indagini geologiche e statiche (2013), nonché la chiusura al culto per ragioni di sicurezza, all’inizio del 2015 il Comune ebbe dalla Soprintendenza competente l’autorizzazione a realizzare un nuovo intervento, stimato 827.000 euro, anch’esso non risolutivo. La comunità locale ha sperato inutilmente che il consolidamento della scarpata e l’arresto della rovina della Chiesa di S. Francesco fossero finanziati con la scheda inserita nella programmazione ministeriale 2016-2018, forte anche delle risultanze della verifica della vulnerabilità sismica eseguita nel 2016. Contestualmente, però, i cittadini non hanno smesso di chiedersi le ragioni del fallimento dei lavori per quasi un milione di euro autorizzati del 2015 e intendono perciò sottoporre a verifica il progetto e gli atti prodotti. Una presa di coscienza della responsabilità della società civile nella gestione del patrimonio culturale che non posso non condividere e salutare con soddisfazione.

Margherita Corrado (M5S Senato – Commissione cultura)

Lascia un commento