MEET ADVISOR – SHARING BEST PRACTICE & EXPERTISE IN PUGLIA COUNTRY DESK E TAVOLA ROTONDA SU OLANDA, PORTOGALLO, SVIZZERA E ISRAELE


Bari, 20 giugno 2018 – Le grandi aziende dispongono più facilmente di risorse manageriali e finanziarie per rispondere alla concorrenza internazionale al contrario delle piccole e medie imprese pugliesi che affrontano l’internazionalizzazione in un modo pressoché destrutturato: per inserirsi nei nuovi processi concorrenziali internazionali dovranno essere in grado di progettare nuove strategie di espansione internazionale, partecipando all’ormai globale generazione dell'innovazione, grazie soprattutto all'interscambio ed alla proliferazione di nuovi collegamenti internazionali, con il sicuro auspicio di operare con successo nei mercati caratterizzati da forte concorrenza.

È quanto è emerso dai lavori della tavola rotonda organizzata dal Gruppo Tecnico Turismo di Confindustria Puglia, in collaborazione con la sezione Turismo di Confindustria Bari e BAT.

Una giornata di dialogo e confronto con gli addetti economici e commerciali delle Ambasciate in Italia dei Paesi Bassi, del Portogallo, della Svizzera e d’Israele che hanno incontrato, con la formula del B2B, le aziende associate per conoscere eventuali opportunità e vantaggi nei rispettivi territori e gli auspicabili supporti disponibili per avviare o consolidare processi di internazionalizzazione.

Durante la tavola rotonda sono state esposte e illustrate le potenzialità di collaborazioni sinergiche tra i territori. Sono intervenuti: Antonio Felice Uricchio, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Luca Scandale, Coordinatore piano strategico Puglia 365, Chris Schoenmakers, Addetto Economico e Commerciale Ambasciata dei Paesi Bassi, Eduardo Souto De Moura, Responsabile AICEP Portugal Global Italia, Marcelo Rebanda, Responsabile Turismo de Portugal Italia, Simon Pidoux, Consigliere Affari Economici, Finanziari e Politiche Settoriali dell’Ambasciata di Svizzera in Italia, Malta e San Marino, Maddalena Milone, Vice Presidente Sezione Turismo Confindustria Bari e Bat.

L’evento si è concluso con le testimonianze di Massimo Salomone, Console Onorario dei Paesi Bassi e Coordinatore Gruppo Tecnico Turismo Confindustria Puglia, Ugo Patroni Griffi, Console Onorario di Svizzera e Presidente dell’Autorità Portuale di Sistema dell’Adriatico Meridionale, Pierluigi Rossi, Console Onorario del Portogallo, Luigi De Santis, Console Onorario di Israele.

Al termine dell’incontro tra Confindustria e l’Università degli Studi di Bari è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa per attività di interesse comune nei settori del turismo.

“Con questo evento – spiega Massimo Salomone, Console Onorario dei Paesi Bassi e Coordinatore Gruppo Tecnico Turismo di Confindustria Puglia – abbiamo voluto promuovere l’offerta pugliese del congressuale con l’obiettivo di presentare agli illustri ospiti stranieri le svariate opportunità che la nostra regione è in grado di implementare in termini di business travel ed eventi corporate (settore MICE) su tutto il territorio, da Chieuti (Fg) a Leuca (Le), ovvero da nord a sud della nostra Puglia.

Una strategia quanto possibile coordinata e sinergica tra le istituzioni e Confindustria Puglia che, insieme alle altre associazioni di categoria, potrebbe fungere da volano per incrementare la quota di mercato della Puglia, offrendo nuove e originali proposte di standard qualitativo elevate. L’evento di oggi ha una doppia valenza – conclude Salomone – poiché abbiamo creato un’occasione d’incontro tra i nostri associati e gli addetti economici e commerciali delle Ambasciate di quattro Paesi strategici, dati gli importanti volumi di interscambio con la nostra regione, insieme ai loro Consoli Onorari presenti a Bari, poiché in un'economia sempre più globalizzata, la diplomazia consolare onoraria sta assumendo un'importanza sempre più strategica a livello territoriale, in particolare per le azioni dei Consoli Onorari che, grazie alla profonda conoscenza della realtà dello Stato di residenza, costituiscono un valido riferimento per lo Stato di invio e quindi per l’Ambasciatore, per i Consiglieri, per tutto il personale dell’Ambasciata ed ovviamente per gli imprenditori della nostra Puglia”.

Lascia un commento