Giovanni Puliafito e Giuseppe Ramires. Un musicista e un latinista per “Il Poema di Enea – Aeneis, Liber IV”

Giuseppe Messina –

Giorni fa si è svolto nella chiesa di S. Maria Assunta di Barcellona Pozzo di Gotto un evento straordinario il cui contenuto ci fa confessare la felicità di essere stati tra gli spettatori. La manifestazione altamente culturale è stata organizzata dall’Associazione Musicale “Vincenzo Bellini” di Messina in collaborazione con l’Associazione “Diaphonia” di Barcellona Pozzo di Gotto. Si è trattato di ascoltare il prof. Giuseppe Ramires che si è cimentato magnificamente nella lettura metrica dei suoi testi latini avvolti magicamente nella colonna sonora del M° Giovanni Puliafito. Il tutto ha avuto il potere di rapire l’anima degli spettatori che si sono sentiti proiettare nel mondo della mitologia classica dell’Eneide. I due protagonisti, il compositore Puliafito e il filologo Ramires sono gli ideatori del progetto il “Poema di Enea”, che avrà la durata di dieci anni, un anno per ogni libro del poema. La realizzazione è un affascinante connubio tra la musicalità intrinseca dell’esametro virgiliano e le musiche originali composte da Puliafito che sarebbero come la colonna sonora di un film. L'oggettiva difficoltà della comprensione del testo, detto in latino, è superata grazie alle sinossi introduttive e alla potenza del verso virgiliano, che insieme alle musiche forma un’ amalgama di sonorità di grande effetto. Il pubblico si ritrova veramente in un'atmosfera arcaica e moderna al contempo, una potente vibrazione di suoni, che riesce tuttavia a comunicare tutto il pathos della grande poesia di Virgilio. Possiamo dire che la sperimentazione ha già evidenziato la sua efficacia in occasione della messa in scena dei libri I, II e III per la sua eccezionale valenza didattica. Come si può bene intuire, lo spettacolo, si presta naturalmente ad essere rappresentato per le scuole: un'occasione unica per gli studenti di ascoltare una lettura integrale in metrica latina del capolavoro virgiliano. Non possiamo concludere senza avere accennato ad un profilo di ciascun protagonista di questa eccezionale avventura culturale: Giovanni Puliafito si è diplomato presso il Conservatorio A.Corelli di Messina in composizione, pianoforte e didattica della musica. Ha conseguito il Diploma di Merito al Corso di musica per film presso l'Accademia Chigiana di Siena sotto la guida del Maestro Louis Bacalov. Si è laureato in Lettere Moderne presso l'università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Compone colonne sonore per film, documentari, cortometraggi e spot pubblicitari. Giunto alla prima completa esperienza cinematografica scrivendo interamente le musiche per il film “Una ragione per combattere” diretto da Alessandro Baccini. Presentato presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini – Camera dei Deputati – a Roma, giorno 22 ottobre 2014. Il film è distribuito in DVD dalla Casa di Produzione 30 Holding di Milano presso tutti i negozi d'Italia. Il 13 dicembre 2012 ha vinto il premio per la miglior colonna sonora per il Concorso Movi&Co con il video “Magic Home” presso la Triennale di Milano. Il video è stato sponsorizzato dal settimanale del Corriere della Sera “Vivi Milano” e dall'Azienda internazionale “Federutility”. Ha scritto la colonna sonora del documentario “Il carnevale Eoliano – L'isola delle Maschere” diretto da Francesco Cannavà e prodotto da B&B Cinematografica selezionato al Taormina Film Fest 2015. Ha composto anche la colonna sonora del cortometraggio “Non puoi nasconderti” diretto da Andrea Olindo Bizzarri e Oreste Capoccia presentato al “Mittel Cinema” di Budapest a novembre 2015. Insegna Educazione musicale presso le scuole superiori Giuseppe Ramires insegna Italiano e Latino al Liceo “Ainis” di Messina e ha recentemente avuto l'abilitazione nazionale a professore universitario di seconda fascia di Letteratura Latina e di Filologia Classica. Ha scritto su Catullo, Lucrezio, Virgilio, Tibullo, Stazio, Petronio, Dante, Petrarca, Guarino Veronese, Poliziano, Parrasio. Sta curando l'edizione critica del Commento di Servio a Virgilio, di cui ha pubblicato due volumi (Bologna, Pàtron 1996 e 2003). Il prossimo volume uscirà nella “Collection des Universités de France”. Tra i suoi lavori più recenti Il professor Pascoli a Messina e l'alunno sacerdote (Reggio Calabria 2012), scritto con Sergio Di Giacomo e Giuseppe Minutoli, e Carteggio su Servio (1993-2000), che raccoglie lo scambio epistolare con Sebastiano Timpanaro (Pisa 2013). Nel 2010 ha letto in metrica latina passi del II libro dell'Eneide nello spettacolo “Il Racconto di Enea” con le musiche originali di Giovanni Puliafito. Nel 2014 ha avviato con il compositore Giovanni Puliafito il progetto di mettere in scena, in latino e integralmente, con lettura metrica e musiche originali l'Eneide di Virgilio. Come si è accennato, tra il 2014 e il 2016 sono andati in scena, con grande successo, i libri I, II e III. Letture scelte del I libro dell'Eneide sono state presentate agli studenti dell'Università di Rennes nel 2015. Per l'Accademia Filarmonica ha letto i sonetti delle Quattro Stagioni di Vivaldi e, nel 2015, testi di Dante nello spettacolo “Amor ch'a nullo amato amar perdona”, un progetto musicale di Ata Virzì. Letture dantesche ha presentato nel dicembre del 2015, nello spettacolo “Dante e la Musica” con Giannalisa Arena al clavicembalo. Nella foto il prof. Ramires con il M° Giovanni Puliafito ed il parroco della chiesa di S. Maria Assunta di Barcellona Pozzo di Gotto Don Santino Colosi.

Lascia un commento