IMMAGINATE UNA COSA SURREALE : UN PUTIN, PRIMO MINISTRO IN ITALIA, AL POSTO DEI VARI RENZI, GENTILONI, BERLUSCONI AND CO…

Qualche volta, da anticomunista all’ennesima potenza, facendo una riflessione politica sui principali leader mondiali, mi vien da pensare che, dopo i sindacabili percorsi, in primis nel Kgb, da parte di Wladimir Putin, quest’ultimo, rispetto a tutti coloro che stanno governando la galassia della politica mondiale, ora come ora, egli sia il più “affidabile”, il che è tutto dire… Mi pare una bestemmia infatti affermare ciò, ma se si osservano con attenzione gli USA, L’EU ed altri che non cito come, per esempio, quel pazzo della Corea del Nord, mi par di poter dire che Putin ha qualcosa da “insegnare”, se non altro per il fatto che egli rende consapevoli tutti “di che morte si deve morire”, come si usa dire in gergo popolare, senza che qualcuno muoia di fame come in Italia.

Non gli si può andare contro, per esempio, quando egli dice che oggi la politica inventa tante sciocchezze per non occuparsi dei problemi dei popoli, grazie anche al connubio esistente fra quest’ultima e la stampa, realtà – quella fra stampa e politica – che determina infatti le condizioni affinché l’elettorato ci caschi ogni volta senza avere la forza ed il coraggio di cambiarne l’agenda: esattamente come sta accadendo da trent’anni in Italia. E non è finita…vedrete fra qualche mese…

Tempo fa scrissi, in termini provocatori al massimo, che l’Italia, ove avesse come primo ministro un…Putin, in meno di qualche settimana questi avrebbe risolto tutti i nostri guai. Immaginavo, durante questa mia “fantasiosa ed insieme farneticante” riflessione, un Putin come un eccellente chirurgo della politica (se vuoi ancora in stile operativo filo-sovietico) capace di estirpare il male del nostro Paese alla radice, mentre consideravo i vari Renzi, i Berlusconi ed i Salvini, quanto a carisma operativo, delle blande e quindi quasi inefficaci “aspirine” incapaci di affrontare anche i problemi di un semplice raffreddore…

Al contrario, in Italia, mentre il Paese sta andando a rotoli con il debito pubblico, la nostra politica sta mascherando questa disgrazia fallimentare con una parvenza ottimistica di crescita del PIL, peraltro del tutto incapace di ridurre detto debito in maniera seria; i nostri politici si stanno scannando per lo ius soli, come se ciò fosse materia urgente; l’ultima stupidaggine riguarda la pizza come bene dell’Unesco; ed infine, viene proposto Grasso che, pateticamente, da Fazio su Chetempochefa, disquisisce in ordine alla creazione di un’ennesimo partito ecc.ecc, mentre una metà abbondante degli Italiani sta morendo di fame con tutti i ristoranti pieni, anche di lusso.. anomalia o cancro della politica italiana ? Domenica scorsa infatti, tre ristoranti di lusso, mi hanno mandato via in quanto non avevo prenotato ed all’uscita c’era chi chiedeva l’elemosina…

A chi mi legge, una riflessione.

ARNALDO DE PORTI

Lascia un commento