CAPPATO A 24MATTINO SU RADIO 24: RISCHIO UNA CONDANNA DA 5 A 12 ANNI. MA SPERO PREVALGANO PRINCIPI DI LIBERTA’ FONDAMENTALI


Ieri è iniziato il processo. In Italia l’articolo 580 del Codice Penale del fascismo del 1930 prevede una condanna da 5 a 12 anni di carcere. Naturalmente esistono anche dei principi costituzionali, di libertà fondamentali, che spero possano prevalere”. A dirlo è Marco Cappato dell’associazione Luca Coscioni intervistato da Luca Telese e Oscar Giannino nella trasmissione 24Mattino su Radio 24. Cappato ripercorre la vicenda che oggi lo vede sotto processo: “Quello che ho fatto nove mesi fa è stato accompagnare Fabiano Antoniani, dj Fabo, completamente paralizzato e reso cieco tre anni prima da un incidente, per ottenere legalmente in Svizzera, dove si può fare, l’aiuto alla morte volontaria. L’obiettivo è che si possa ottenere anche in Italia, non è certo di accompagnare le persone in Svizzera, ma purtroppo in Italia se ne discute da 32 anni, tanti ne sono passati dalla prima proposta di legge sull’eutanasia”. Cappato ha poi concluso ai microfoni di Radio 24: “Sono stato io ad autodenunciarmi al mio ritorno dalla Svizzera, non nego i fatti, non nego di avere aiutato dj Fabo, penso però che ci siano degli elementi di diritto costituzionale e internazionale che potrebbero consentire alla Corte di dichiararlo legittimo”.

Lascia un commento