Incontro organizzata dall’A.I.A.M. su "La valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio architettonico dei Santi Medici a Massafra"



Nino Bellinvia

Sabato, 1 ottobre, alle ore 19.00, presso il Palazzo della Cultura di Massafra si terrà l’incontro su “La valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio architettonico dei Santi Medici a Massafra” L’evento è organizzato dall’Associazione Ingegneri ed Architetti di Massafra (A.I.A.M.) in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Taranto ed è inserito nelle iniziative collaterali previste per i festeggiamenti dei Santi Medici e del patrono San Michele Arcangelo. L’intero patrimonio architettonico di Massafra è un bene comune prodotto nel lungo periodo e consolidatosi nel tempo attraverso stratificazioni sociali, risorse materiali e immateriali che nasconde tradizioni e testimonianze storiche racchiuse nel processo di antropizzazione. Il culto dei Santi Medici, diffuso non solo a Massafra, nasconde origini antiche riconducibili a riti, devozioni e venerazioni tramandabili a intere generazioni, segni evidenti dimostrabili anche nelle testimonianze insediative della stratificazione storica e percettiva. La conoscenza del tessuto insediativo e dell’impianto urbanistico del quartiere Santi Medici pone una riflessione tra gli ingegneri e gli architetti di Massafra che, attraverso l’analisi culturale, cercano di sensibilizzare l’opinione pubblica verso modelli di rigenerazione urbana, recupero e di partecipazione sociale. La promozione di tali eventi costituisce un impulso per l’opinione pubblica massafrese per riscoprire quei luoghi, quelle identità territoriali, quelle forme architettoniche e religiose diffuse nel contesto urbano del quartiere Santi Medici, capaci di sviluppare la coscienza di un luogo e la cura verso il proprio territorio. La rigenerazione urbana deve essere una sfida per il cambiamento e lo sviluppo turistico della Città per valorizzare il suo tessuto architettonico, riappropriarsi dei luoghi in chiave storica e culturale, adottando modelli mirati al restauro, alla valorizzazione e alla salvaguardia delle risorse endogene del paesaggio massafrese. La testimonianza del passato e l’interpretazione del presente costituiscono il valore indispensabile per fondare uno sviluppo locale capace di promuovere e valorizzare i luoghi della nostra Massafra. Parteciperanno con i loro preziosi contributi: l’Ing. Vito D’Onghia (Presidente dell’Associazione Ingegneri e Architetti di Massafra), l’Arch. Chiara Castellano (vice Presidente dell’Associazione Ingegneri e Architetti di Massafra), l’avv. Fabrizio Quarto (Sindaco del Comune di Massafra), Prof.ssa Maria Renzelo (Presidente dell’Archeogruppo “E. Jacovelli” Massafra), l’arch. Angelo Ferente e la Dott.ssa. Rosaria Latorraca (Restauratrice). Ai partecipanti ingegneri ed architetti verranno riconosciuti i crediti formativi professionali dai rispettivi ordini di categoria. Per la manifestazione l’ing. Vito D’Onghia, Presidente Associazione Ingegneri ed Architetti Massafra (organizzatrice dell’evento) ringrazia lo sponsor unico ufficiale N&G Service di Notaristefano Giovanna, il Comitato Feste Patronali Santi Medici di Massafra, l’arch. Raffaella Zanframundo per il suo contribuito grafico, i soci dell’Associazione Ingegneri e Architetti di Massafra e tutti coloro che vorranno partecipare. Nella foto il manifesto dell’evento.

Lascia un commento