Trivelle, Di Biagio (Ap): su nuove autorizzazioni di chi sono i vantaggi?

“La questione delle presunte nuove autorizzazioni in materia di esplorazione costiera impone sicuramente una maggiore ponderazione del rapporto tra rischi evidenti e reali benefici, elementi che sembrano passare totalmente in secondo piano in nome di interessi che certamente non sono dei cittadini”. Lo dichiara in una nota il Sen. Aldo Di Biagio (Ap). “Si continua ad ignorare che nuove procedure esplorative per la ricerca del petrolio, lungi dal determinare il conseguimento di obiettivi energetici di rilievo, provocherebbero un danno ambientale avendo un impatto deleterio sulla flora e sulla fauna marina, sullo stato delle acque e conseguentemente sul turismo , senza trascurare le irrisorie royalties sulle concessioni di estrazione che talvolta nemmeno sono pagate”. Se a ciò si aggiunge che il futuro scenario energetico globale vedrà il ridursi drasticamente del prezzo del greggio mettendo in discussione la sussistenza di nuove pretese autorizzatorie si fa fatica a comprendere la ratio delle ultime notizie” . “Allora chi trarrà vantaggio da questi virtuosismi esplorativi? probabilmente le aziende che operano nel settore e che finora sembrano le uniche a trarre profitto da queste discutibili attività, malgrado i moniti sociali e le iniziative istituzionali”. ” A prescindere dalle speculazioni mediatiche di queste ore, su queste tematiche – conclude, “il Governo dovrebbe operare una maggiore riflessione che tenga in conto tutti questi elementi. In un’ottica in cui sostenibilità e reale utilità pubblica abbiano un peso specifico imprescindibile”.

Ufficio Stampa Sen. Aldo Di Biagio
Senato della Repubblica
Istituto Santa Maria in Aquiro
Piazza Capranica, 72
00186 Roma
tel: 06/6706 3094 – 4094
fax: 06/6706 6094
email:
dibiagio.ufficiostampa@senato.it

Lascia un commento